Google+

sabato 13 dicembre 2014

Lush: Pigmento Concentrato

L'altro giorno, nell'ennesimo Most Played ho nominato un prodotto che non amo e dopo tanto tempo di utilizzo (credetemi: tanto!) direi che è pure ora di parlarne così che anche voi lo evitiate. Oggi parliamo del pigmento concentrato di Lush!

Non è che sono particolarmente pratica di fondotinta o creme colorate, ma qua non c'era margine di fraintendimento: questo prodotto è terribile, perfettamente in linea col resto dei prodotti di makeup di Lush! Lush, tesoro, perchè non ti sei data al minerale? Fondotinta, ombretti, anche rossetti in qualche modo... Ce la potevi fare! Il minerale è semplice, efficace ed economico (tu ce l'avresti fatto pagare una fucilata lo stesso, ma questo è un altro discorso). Poteva essere una passeggiata ed invece è stata una sagra di prodotti formulati in modo assurdo e un packaging fighissimo. Che poi, ha solo 5 colorazioni: uno è chiarissimo, tipo la sposa cadavere solo meno verde; due sono rosati, un rosa chiaro ed un rosa scurissimo e due più giallognoli, al limite dell’effetto Simpsons sempre uno chiaro ed uno scuro. Del senso, o sei vicina ad uno dei colori che ti propongono loro o lasci stare. Io ho il rosa chiaro e mi sta abbastanza bene, è lievemente più scuro, ma non tanto da far stacco, ma se avessi la pelle di due o tre toni più scura non potrei usarlo, ne tanto meno potrei prendere la colorazione successiva.  A meno che io non voglia sembrare un Umpa Lumpa!

Da dove potrei iniziare a parlarvi di questo prodotto? Dalla coprenza? Parliamone! Da puro la coprenza è buona, forse anche abbastanza alta. Addirittura Lush consiglia di utilizzarlo come correttore da puro. Ecco, non è COSì coprente! Neanche lontanamente! Uniforma alla grande e nasconde molti difettini, ma sulle occhiaie vi assicuro che non fa niente. O almeno sulle mie che sono nere come il fondo dell’inferno. Le attenua, ma neanche stratificandolo si riesce ad ottenere un risultato decente. Se lo usano come correttore è evidente che in Lush nessuno ha le occhiaie!
E presentato così non sembra neanche male. È un peccato che da puro sia praticamente inutilizzabile! Ha una consistenza pesante, corposa ed il fatto che puzzi di pongo non fa migliorare la situazione! Una volta stesa mi sentivo la pelle appesantita, ma soprattutto la vedevo appesantita. Per non parlare del fatto che si accumulava in rughette che non ho. O meglio, mi finiva spessissimo nelle “rughette” (“fossette” mi suonerebbe meglio ma non so se è giusto) che mi si formano quando sorrido e si notava molto quando stavo normale ed è una cosa fastidiosissima! Dopotutto facendo la promoter non posso smettere di sorridere per paura che il fondotinta mi faccia scherzi!

Puro non funziona, proviamo a mescolarlo con un’altra crema! Inizialmente ho provato a far sposare il Pigmento con la Sublime di Neve ed è stato un disastro! Come mi è venuto in mente di unire due prodotti così pesanti non lo so, ma vi assicuro che mi servivano kg di cipria ogni volta! Finito questo scempio ho provato con l’aggiunta diventata poi definitiva: la Bio Active di Garnier! È una crema leggerissima, a base di aloe, che effettivamente rende un po’ più assorbibile il prodotto originale. Se questo post manca di swatch è colpa sua, mi sembra stupido mostrarvi qualcosa di diluito, non sarebbe fedele alla realtà. La modifica ha un po’ intaccato la coprenza del pigmento, ma neanche poi tanto: per me che cerco un semplice uniformante va più che bene! Però resta il fatto che un effetto “pelle nuda” non lo otterrete mai: si nota che avete il fondotinta!

Il pennello con cui riesco ad applicarlo meglio è il flatbuki della Boulevard Rock di Kiko, lo trovo ottimo perché avendo le setole corte tende a non fare strisce (che secondo me sono in parte dovute alla Bio Active), però ho utilizzato a lungo anche il Kabuki retraibile di Shaka o le dita senza avere brutti risultati. La durata non è male, la sera struccandomi l’ho sempre ritrovato tutto nel panno e anche le rare volte che l’ho usato col caldo si è comportato decentemente, l’ho trasudato, ma non ha fatto pasticci. Purtroppo, anche da diluito resta un po’ il problema delle rughette di cui parlavo prima. Succede raramente,e non capisco da cosa dipenda, ma capita.

E direi che vi ho detto tutto. Anzi, non vi ho detto quando scade! Il signorino è scaduto il 3 Dicembre dell’anno scorso. Non è cambiato nulla, ma continuo a pensare che questa cosa dell’autoconservazione sia orrenda!


E voi avete mai provato questo prodotto? Come vi è sembrato?

4 commenti:

  1. e pensare che volevo provarlo............... effettivamente poteva darsi al minerale, molto meglio! anche se neve non si batte <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari puoi chiedere in negozio se ti fanno un'applicazione di prova, ma in generale ti consiglio di scappare a gambe levate! XD

      Elimina
  2. Non l'ho mai provato perché non mi ha mai convinto, e poi ne ho sentito sempre parlare male :-/

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.