Google+

martedì 28 ottobre 2014

Bottega Verde: detergente viso all'olio di Argan

Ultimamente mi sono lasciata indietro tanti di quei post che non so veramente da dove iniziare, quindi, per trovare un punto di partenza ho pensato di parlarvi prima di tutto dei prodotti che stanno per terminare. Così, tolto il dente tolto il dolore. Quindi oggi parliamo del detergente viso ufficiale degli ultimi mesi: il gel detergente all'olio di Argan di Bottega Verde.

Ho sempre adorato la profumazione della linea Argan di Bottega Verde! È dolce ma non stomachevole, è quel tipo di dolce che secondo me non stanca mai. Nonostante questa mia "infatuazione" non avevo mai provato niente di questa linea perchè i suoi inci non godono di una gran fama. Però a casa avevo un sacco di campioncini e una volta provati Madre ha deciso di volere la full size! E tra l’altro sostiene che l’inci di questo prodotto non faccia poi così schifo.

Effettivamente dopo mesi di utilizzo devo dire che è veramente un buon prodotto, niente di trascendentale sia chiaro, io ancora preferisco il Garnier al pompelmo e melograno, ma mi rendo conto che quello possa essere un prodotto aggressivo. Questo non lo è, anzi, è molto delicato, lava semplicemente senza andare a modificare la pelle del viso. Non la fa tirare e non mi sono mai ritrovata con gli angoli del naso un po’ “unti” a poche ora dal lavaggio. E c’è da dire che l’ho sempre utilizzato col dischetto esfoliante di Sephora! Come detergente struccante non vale un ciufolo! C’ho provato qualche volta, qualcosa l’ha lavato via e qualcosa l’ha smosso, ma siamo ad anni luce dall’efficacia del soft clansing gel di essence. Per lo meno non mi ha mai fatto bruciare gli occhi.

Insomma, non è un prodotto miracoloso, ma è sicuramente ottimo e facilmente reperibile, se vi ritrovate con una cartolina che offre uno sconto vantaggioso ( od un’offerta, io il flacone di scorta l’ho preso con i salti) vi consiglio di provarlo!


E voi avete mai provato questo prodotto? Cosa ne pensate?

lunedì 20 ottobre 2014

Essence Hello Autumn LE eye pencil n°01, leaves are the new beef

L'altro giorno abbiamo parlato dello smalto termico dellacollezione Hello Autumn di essence, pensate che sia stato l'unico acquisto? Ma certo che no! Al di là dei gusti cromatici anche le matite mi ispiravano molto perché mi sembravano diverse da quelle in linea permanente. Sì, solo perché hanno il gommino dietro! Spesso essence propone qualcosa in Limited Edition per poi riprenderlo in permanente. Visto che è pure la seconda volta che propone questo genere di matita (ricordate la Dark Romance?) ho pensato che potesse essere un prodotto interessante. Le proposte erano due, un verdone che dagli swatch visti in precedenza non mi era piaciuto per niente ed un marroncino borgogna/bronzo (???) molto bello che ho preso al volo! Oggi parliamo della matita occhi n°01, leaves are the new beef!

Il colore è proprio particolare è un marrone medio con una punta di borgogna tempestato da brillantini dorati, o color bronzo. Anche se è inserito in una collezione  autunnale io credo che sia ben utilizzabile un po' tutto l'anno, è bello luminoso e versatile. 

Vista così non sembra una matita da pochi euro e speravo che questa impressione andasse a trasferirsi anche nella qualità. Lei è proprio carina ed il gommino è molto morbido e delicato! Io in genere mi trovo molto bene con le matite essence, davo praticamente per scontato che fosse buona anche questa. E mi sa che mi sbagliavo! Ovviamente non l'ho utilizzata molto, ce l'ho da poco, ma mi ha dato problemi praticamente sempre! La scrivenza è ottima, è abbastanza morbida e si ottiene un tratto definito da subito. Però non si fissa mai completamente. O meglio, fa una cosa un po' strana. Se voglio sfumarla ed ottenere un effetto uniforme devo abbondare col prodotto e aggiungere gradualmente, perchè sebbene sia morbida tende a fissarsi  ed a non muoversi più di tanto(e questo dallo swatch lo vedete chiaramente). Al contempo, se dopo averla applicata mi struscio con forza gli occhi scompare. No, non ho detto che si sposta o che si affievolisce, ho detto “scompare”: me la ritrovo tutta sulla mano! Non è decisamente smudge-proof, figuriamoci se è waterproof! È praticamente idrofoba quanto me!

Questo accade appena applicata, ma pensate che se  la lascio nella palpebra la situazione migliora? No, anzi! Se la metto nella rima inferiore sbava. Sfumata nella palpebra da sola va nelle pieghette. Sfumata nella palpebra sopra al primer va nelle pieghette. Sfumata nella palpebra sopra al primer e fissata con un ombretto in polvere va nelle pieghette (ma un po’ meno). Sì, ecco, come base occhi non è il massimo! Ed è un peccato perché è simile all’ombretto in crema Vamp! color Burgundy di Pupa, applicandoci sopra un bronzo o un verde bosco si ottengono colori strepitosi! Usata da sola come eyeliner la cosa non migliora poi molto, non c’è niente da fare, non dura! L’unico modo che ho trovato per usarla senza ritrovarmi con enormi pasticci addosso è la riga di eyeliner: primer, matita, la sfumo e ci applico sopra un ombretto in polvere. Così dura decentemente per tutto il giorno. E vi dirò di più, riesce a far durare anche l’impossibile ombretto verde di Bottega Verde che di solito non funziona mai. Di questo sono veramente molto felice perché almeno ho trovato un modo per usarli!

Insomma, non è una gran matita, anzi, è veramente scarsa, molto al di sotto della media di essence e mi dispiace veramente molto! Il colore è stupendo, ti attira proprio ad usarlo (ma è italiano?), però è un’impresa far reggere il tutto. Non ve la consiglio proprio!


E voi avete trovato questa collezione? Cosa ne pensate?

lunedì 13 ottobre 2014

Essence Hello Autumn LE: smalto termico n°04 Keep calm & go for a walk

Ok, ho ritardato questo post anche troppo! Poco tempo fa ho avuto la fortuna di trovare la Limited Edition Hello Autumn di essence praticamente intatta. Dedicata all’autunno, toni naturali, molto carina! Quando mi trovo davanti a queste collezioni (e ho possibilità di scelta), di solito mi butto sulle cose più particolari, quelle che altrimenti faticherei a trovare o quelle che per un motivo o l’altro mi hanno molto colpita. Quindi capirete che quando mi sono trovata davanti a degli smalti termici per circa tre euro non ho resistito. Tra l’altro, Madre già da un paio d’anni tiene d’occhio altri smalti del genere, quindi ho preso due piccioni con una fava. I colori erano proprio bruttini! Verde, marrone, rosso… Io ho scelto il n°4, Keep calm & go for a walk, mi sembrava il più carino!

Ed effettivamente non avevo torto! Il colore è grazioso e discreto, un beige rosato, una specie di color carne (prendete con le pinze la foto a lato, in realtà dovrebbe essere tutto leggermente più freddo). Ci credete che nei miei cassettoni per gli smalti non ho niente del genere? È così! solitamente colori del genere li smontavo, ma ora che ne ho portato uno devo dire che non mi dispiace averlo a disposizione. Dona un bell’aspetto curato! Ma questa descrizione è un discorso generale, o meglio parliamo di una temperatura media. Essendo uno smalto termico qualsiasi variazione di temperatura lo modifica, quello che vi ho descritto è il colore che c’è in media sulle mie unghie ed a contatto col mio corpo (perché i miei artigli fondamentalmente sono corti in modo da non “sporgere”). Madre che tende a tenere le unghie un po’ più lunghe, dice che il colore in punta tende ad essere diverso dalla base. Non è particolarmente sensibile, ma cambia abbastanza facilmente, è un po’ una mutazione continua. Come cambia? Col caldo diventa una specie di rosa antico mentre col freddo diventa un albicocca! Entrambi colori discreti e facilmente portabili, e si che per me, solitamente, gli arancioni sono come degli scogli!
Non è uno smalto coprente sin dalla prima passata, ma con due si ottiene un bell’effetto. La grossa pecca è che ci mette un po’ ad asciugarci, almeno 4/5 minuti. Questo mi ha dato un po’ fastidio, ma si compensa con la durata: in media uno smalto resta intatto nelle mie unghie poche ore, invece la seconda foto che vedete risale al terzo giorno di applicazione e come potete vedere non è messo malaccio! Forse vale la pena aspettare!

Insomma, è un prodotto particolare, sono contenta di averlo provato e sono contenta di avere un colore che mi mancava, ma per quanto riguarda l’effetto devo dire che non mi ha colpita particolarmente. Ok, è simpatico, ma niente di più!

E voi cosa ne pensate degli smalti termici? Ne avete mai provato uno?

giovedì 9 ottobre 2014

Most Played Settembre 2014

La mia pigrizia ormai sta raggiungendo livelli indicibili ed insuperabili, ma mai (spero) salterei il post sui Most Played, il tag di Chiara. Certo, è ogni mese più monotono e ogni volta mi picchierei perché devo scrivere le recensioni tipo di tutto, ma è divertente sotto un certo punto di vista! (Sadismo?) E poi Chiara promette biscotti, mica niente! Ma partiamo, solo makeup questo mese, spero vivamente di arricchire la rubrica prossimamente!

Altro che Most Played, Monotonia! Praticamente ho usato le stesse cose dei mesi scorsi. Il che, per la base ci può anche stare. Continuo a sfruttare la solita cipria, la Accord Perfait di L’Oreal (finirà mai??) ed il solito Full Coverage Concealer n°04 di Kiko. Visto che ho avuto qualche brufoletto (ciao Stress! Oh, ciao anche a te Nutella!) in molto occasioni ho avuto bisogno del sostegno del Coverstick di essence, il n°01, matt sand.

Come rossetti ho variegato molto se devo essere sincera, ma il primato lo detiene ancora lui, l’Ultimate Color di Catrice, il n°270 Matt-erial Girl. È pure andato fuori produzione, sul serio, picchiatemi se non ve ne parlo! I trucchi occhi sono stati di una monotonia indicibile, lo ammetto. Mi riprometto sempre di usare altro, ma non lo faccio mai! La Undressed di MUA detiene i primato assoluto insieme all’eyeliner in penna superfine di essence. Ho giocato un po’ con l’ombretto in crema Vamp! di Pupa, il 501, Burgundy, mi piace un sacco usarlo come base per gli ombretti color bronzo! Due grandi assenti in foto, il mascara Vamp! e colui che mi sorregge in ogni impresa makeupposa: il primer occhi di Kiko! Come avrò mai fatto a dimenticarmi di lui??


E direi che questo è tutto! Poco, ma tutto! Prometto, per l’ennesimo mese consecutivo, di parlarvi di tutte questo cose. E magari di variare anche! Ho come la sensazione che questo post si stia diventando una lista dei buoni propositi…

domenica 5 ottobre 2014

Swatches take-away: Kiko Luxurious Limited Edition

Ieri è uscita sul sito ufficiale Kiko la nuova collezione in edizione limitata, forse addirittura è quella natalizia. Il titolo di questa linea è Luxurius e vuole contraddistinguersi per i prodotti dai colori sofisticati (?), il packaging raffinato (??) ed i prezzi (ok, questa non è una cazzata!). Kiko sarà riuscita nell’intento? Scopriamolo!
(Lo so che già state ridendo!)
Le tipologie di prodotti proposte sono sei, ma io ve ne mostro solo tre. Il bronzer illuminante non l’ho calcolato minimamente, l’ho guardato, l’ho snobbato e sono passata oltre. I mascara colorati non c’erano, e mi sembra che siano assenti anche negli altri punti vendita. No, non fate quelle facce, non è inefficienza, è suspance! Voi non vedete l’ora di pucciarvi dei mascara colorati da 11 euro (!!!) e Kiko lo sa! Poi c’è il Kabuki, carino e morbidissimo! Mi fa un po’ storgere il naso il fatto che sia a base quadrata e che sia venduto in un’osceno ed in utilissimo astuccetto dorato, ma queste sono piccolezze. Vista la mia precedente esperienza se lo trovo per pochi soldi ai saldi è mio!

Passiamo ai prodotti che vi posso mostrare! Due illuminanti in penna che più che Luxurious mi fanno venire in mente la Barbie. Ma seriamente! Lo 01 è albicocca, al limite dell’arancione, lo 02 invece è un rosa porcellino pieno di glitter. Secondo me il vecchio illuminante di essence della linea I <3 ecc ecc è il suo dupe perfetto! Decisamente non sono due prodotti che trovo adatti al tema!

Le Kajal? Due matite automatiche, una color crema ed una nera (8 eurini l’una, così, per dire!). Mah! Il bianco è anche carino, il nero però ha fatto un po’ fatica a scrivere, si riuscirà a fare un tratto decente nella rima interna? Per quanto mi interessa, non lo saprò mai!

Tengo per ultimi i prodotti più chiacchierati, gli ombretti in crema! Gli swatch che vedete sono tutti frutto di due passate di colore, perché altrimenti lo 01 col cavolo che lo vedevate. Devo dire che live sono molto più belli, hanno una luminosità pazzesca che in foto non sono minimamente riuscita a catturare. Seriamente, se passate per il negozio, fatela una pucciata. Sono anche piacevoli al tatto, sono molto cremosi, tipo una mousse. I colori proposti non sono neanche malvagi, lo 01 credo che possa dare una luce immensa e gli altri, fatta eccezione per lo 02 che è proprio scarso, sono proprio belli. C’è un però. C’è un grosso però! Dopo aver fatto le foto mi è bastato passare la mano sugli ombretti per spazzarli via del tutto. Non era una carezza, ma neanche mi sono messa a strofinare! Sono letteralmente volati via, quelli scuri si sono lasciati dietro giusto una flebile ombra di colore. Ora, possono essere belli, soffici e luminosi quanto vuoi, ma costano comunque 11 euro e questa non è la durata che mi aspetto!

Insomma, trovo che questa collezione sia un grande e grosso epic fail! Prodotti scarsi e discostati dal tema proposto e prezzi alti in un marchio che nasce come low cost. Dopo la Daring Game pensavo veramente che si fosse verificata una svolta, ma mi sa che mi sono sbagliata, e alla grande anche!

E a voi come sembra questa collezione? C’è qualcosa che vi ispira?

giovedì 2 ottobre 2014

Prodotti terminati Agosto/Settembre 2014

Continuiamo con la lunghissima lista di post arretrati! Ad Agosto è saltato pure l'appuntamento con i prodotti terminati, un po' per scarsità di materia prima e molto per mancanza di tempo. Dio, non che il numero di soggetti sia aumentato a dismisura, ma separare i due mesi sarebbe risultato piuttosto imbarazzante. Partiamo!

Terminato il solvente per smalto della Cien. L'ho adorato, ma non vi dico niente su di lui: avrà un post dedicato! Sempre di Cien e sempre con la promessa di un post pieno d’amore, salutiamo anche lo shampoo antiforfora. Devo ritrovarlo tipo subito o Madre da i numeri!

Terminati due detergenti viso! Finalmente ha visto la via del cestino il detergente viso alla rosa mosqueta di Bottega Verde e  purtroppo con lui se n'è andato anche il gel detergente esfoliante al melograno di Garnier! Lui sì che mi mancherà!

Anche gli altri terminati sono vecchie conoscenze! Oltre all’eterna saponetta alla Viola de I Provenzali ci sono anche tre addii in tema Lush! Dopo quasi un anno di vita abbiamo visto il fondo del barattolo di Gurugù. È incredibile che sia durata tanto visto che qua a casa non la uso solo io (e solo sulle mani). Dovete provare questa crema! Le altre due vittime sono un campioncino di Fate Voi sapone ed un pezzetto di Biancaneve. Quest’ultimo è stato un piacevole ritrovamento, neanche ricordavo che ce ne fosse ancora in armadio, ed ora che ci penso avrei potuto tenerlo da parte per i primi freddi. Ottima mossa!

E questi sono tutti i prodotti terminati negli ultimi due mesi! Non tantissimi, e sinceramente temo che anche per questo mese appena iniziato le cose non miglioreranno molto, non mi sembra di avere molti prodotti in via di estinzione... Incrociamo le dita!


E voi siete riusciti a terminare qualche prodotto? Cosa?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.