Google+

mercoledì 28 maggio 2014

Lush: Gurugù

Beh direi che è arrivato il momento di parlare del prodotto che ha stressato tutti i miei conoscenti negli ultimi mesi. Sì, perché se trovo qualcosa che mi piace tanto troppo non stalkero solo voi, qui e su Facebook, ma perseguito anche chi mi gira intorno! Che personcina adorabile! Oggi parliamo del mio amore fatto crema mani: Gurugù! Parlando di numeri, uso questa crema da circa sei mesi, la amo da prima dell’acquisto, ma ho aspettato a parlarvene perché le recensioni fatte su “pochi utilizzi” mi mettono a disagio. Da allora ho acquistato in tutto 6 barattoli. 2 per la mia nonna (quella della torta di mele per capirci),  uno per una zia, uno per la mamma del moroso ed uno regalato. Sono entrata 6 volte in negozio chiedendo sempre lo stesso prodotto, quindi probabilmente se entrassi urlando “il solito!” saprebbero cosa darmi. (O mi lancerebbero un pezzo di Miranda… Reazione comprensibile!)

Questa crema mi ha letteralmente salvato le mani! Spesso a causa di detersivi o agenti chimici vari mi ritrovavo con la pelle raggrinzita, arrossata e molto, molto dolorante! Per curare questi problemi il medico di base mi aveva consigliato di alternare una crema grassa ad una crema a base di cortisone, ma ci volevano almeno un paio di mesi perché si sistemasse la cosa. Alla fine però dato che la cosa era piuttosto ciclica era praticamente una tortura continua! Un giorno stremata da un dito che mi stava facendo penare ho preso il campioncino di Gurugù che avevo a portata di mano e ho unto le parti interessate. Sollievo dal dolore nel giro di dieci minuti e ditino sistemato in 2 giorni. Quella volta non mi si è neanche spellato! Avete presente che ho spalancato tanto gli occhi che pensavo che mi cascassero? Quel campioncino è terminato sulle mie varie “ferite di guerra”. Dopo di lui il barattolo!

Partiamo con il suo unico difetto: non mi piace la sua profumazione. È strana, non riesco a ricondurla a niente che conosco e questo irrita il mio piccolo cervelletto malato. A molti però piace! I tempi di assorbimento sono estremamente variabili, la mia pelle tende ad assorbire subito buona parte del prodotto ed a lasciare in superficie un leggero velo non molto unto ed un pochino appiccicoso. Quando la applico non sento molto il bisogno di starmene con le mani in mano (o addirittura con i guanti), per paura di sporcare in giro, è abbastanza pratica. Madre e nonna invece non fanno neanche in tempo a stenderla ovunque che l’hanno già assorbita!

Non è una crema fluida come quelle a cui siamo abituati, ma è comunque facilmente spalmabile. Questa consistenza ha un piccolo contro: non ne basta una goccia. Non è come le creme da tubetto che sono quasi liquide e le stendi su grandi superfici. Però se fosse così liquida ne perderebbe in idratazione! Ne parliamo meglio guardando l’inci, ma contiene un’enorme quantità di olii e burri che essendo poco diluiti si rivelano estremamente efficaci. Questa crema offre un’idratazione profonda assicurata! Rende la pelle sensibilmente più morbida e la idrata in profondità. La confronto spesso con la crema mani di essence che tengo in borsa, sebbene anche quella sia un’ottima crema sotto tutti i punti di vista, si sente che agisce diversamente. Quella apporta benefici più superficiali, rende le mani morbide per giorni, ma se fa molto freddo in fondo in fondo sento comunque il bisogno di aggiungere qualcosa. La Gurugù magari leviga meno la pelle, però mi fa sentire a posto per giorni e giorni. E vi voglio far notare che la pelle delle mie mani può essere estremamente secca, anche fino a far male. Non importa in che condizioni sono, una passata di crema e non ho più il pensiero. Anche le mie unghie la adorano! Avendo quasi sempre lo smalto spesso sono stressate e fanno tutti quegli “adorabili capricci” che conosciamo tanto bene (si piegano, si spezzano, si sfaldano…). Applicando un po’ di Gurugù, anche localizzata la situazione un po’ si sistema, scompaiono le classiche striature bianche e appaiono molto più lucide.

Da brava smanettona non l’ho usata solo sulle mani. Mi sono ritrovata, prima in un polpaccio e poi sopra il collo di un piede, con delle zone di pelle secchissima. Secchissima nel senso asciutta, addirittura ruvida e leggermente dolorante. Quella sopra il collo del piede l’ho avuta per due settimane il mese scorso, ma quella nel polpaccio me la sono tirata avanti dalla scorsa estate fino a febbraio se non sbaglio. Inizialmente non avevo pensato di provarla anche lì, ma poi il problema era diventato fastidioso e ho deciso di provare. Anche lì ha vinto anche se la prima volta ha fatto un pochina di fatica. Appena comprata mi è anche venuto in mente di provarla sulle punte secche dei capelli. L’ho applicata sui capelli asciutti e se la sono bevuta così rapidamente che ne ho aggiunta ancora sperando nel miracolo. Ovviamente il miracolo non c’è stato, la parrucchiera ha dovuto fare una strage, ma dopo lavati facevano un po’ meno effetto paglia. Non escludo di riprovarci in futuro! Da quello che ho capito mia nonna la usa anche nei piedi e trovo che possa essere un’ottima idea.

Lunghissimo, lunghissimo inci! Solitamente non è un buon segno ma in questo caso ci si può fidare. Il burro di Karitè e presene al 25% ed è “tagliato” con l’acqua di rosa. Credo che questa crema crei effetti molto positivi anche sul lungo termine se usata con costanza perché la rosa damascena è un buon elasticizzante, quindi se avete una pelle matura prendetela in considerazione. Contiene olio essenziale di camomilla blu, che è l’ingrediente al quale attribuisco “i miracoli”, è ottimo come lenitivo, per le allergie, per le infiammazioni e, da quello che ho letto, anche per l’acne. È un ingrediente estremamente pregiato, non si trova spesso! Oltre a questi troviamo moltissimi altri ingredienti, dai più comuni come l’olio di mandorle dolci, ai più particolari come il burro di semi di zucca.


Post infinito con tanto di premesse e prologo (praticamente come la versione cinematografica di X-men!), ma fidatevi che live sono peggio! Che io ho trovato la pace dei sensi con questa crema mani si è capito, vi consiglio vivamente di darci un’occhiata in negozio!


E voi avete mai provato questa crema? Cosa ne pensate?

6 commenti:

  1. volevo prenderla anche io ma il profumo non mi piaceva molto così ho preferito la New Charity Pot!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il profumo è decisamente poco invitante! :s

      Elimina
  2. Ahahahahh anche io sono solita stalkerare tutti, di solito con Kiko e Neve Cosmetics (ora che ho scoperto di avere un rivenditore Neve vicino casa poi non ti dicoXD). Purtroppo nela mia regione Lush non ha neanche un negozio, sicchè mi devo accontentare delle capatine che faccio a Roma per provare nuove cose (e fare scorta di Morbidone al cocco :D) Prossima volta che passo da una bottega la vorrei vedere dal vivo (e sentirne l'odore!XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah questo mi consola un po'! Se devi fare scorte di morbidone questa crema fattela dare almeno in campioncino ;)

      Elimina
  3. adesso devo assolutamente sentire il profumo di questa crema, mi hai incuriosito troppo!!! XD comunque ne parli benissimo e il fatto che la utilizzi con soddisfazione anche in altre parti del corpo è davvero positivo!!! ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ordino un paio di secchi e ve ne distribuisco un po' a tutte... Diffondiamo il verbo! U.U

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.