Google+

mercoledì 30 aprile 2014

Shaka: salviettine levasmalto

Oggi parliamo di un prodotto che ho acquistato un anno fa! Come sono veloce vero? In realtà, parte della mia proverbiale lentezza deriva dal fatto che è un prodotto un po’ particolare, che sinceramente non ho usato sempre. Oggi parliamo delle salviettine levasmalto di Shaka!

L’idea del prodotto secondo me è molto buona! Sono delle piccole salviette sottili imbevute di solvente per smalto. Sono veramente finissime, è complicato raccoglierne una sola! Il prodotto in cui sono imbevute (l’inci è qui sotto) non contiene acetone ed è totalmente diverso da tutti gli altri solventi che mi sono capitati tra le mani. È oleoso!

Non  solo la consistenza è strana, ma anche il modo in cui agisce lo è! La confezione suggerisce di appoggiare la salviettina sull’unghia e tenerla li per pochi secondi. Non lo fate! Non lo fate assolutamente, il dischetto resta tipo attaccato. Scioglie un po’ lo smalto e ci si fonde insieme. E più la usate peggio è! Il metodo migliore per usare questo prodotto è fingere che sia un normale dischetto imbevuto di acetone: strofinate! In questo modo funziona abbastanza, ma resta il fatto che lo smalto disciolto se in grandi quantità finisce con lo splamarsi.

Perché succede questo? Ho una teoria! Queste salviettine sono pensate per rimuovere lo smalto, quindi un solo strato di colore. Ma voi, quando applicate lo smalto, applicate solo quello? E soprattutto: una sola passata?? No! Io, e credo anche voi, applico la base rinforzante e poi il colore scelto. E se il colore non è coprente, lo riapplico per ottenere l’intensità che voglio! Tanti utilizzano anche il top coat! Questo prodotto secondo me non è fatto per sostenere tutto questo prodotto. Parliamo di 10 unghie con anche quattro strati di smalto, forse pretendevo un po’ troppo effettivamente! Se ho solo la base ed uno strato di colore riesco appena appena a pulirmi entrambe le mani. Già se parliamo di due passate di smalto colorato finisco con lo spalmarmi colore nelle ultime unghie. Probabilmente in questi casi dovrei usare due salviettine!

Questo prodotto ha anche un altro problema: unge! Ed in un primo momento non è nemmeno una cosa così grave. Certo, non puoi toccare nulla, ma mi da la sensazione di avere qualcosa di idratante sulle unghie. (probabilmente questa è solamente una percezione mia!) La rogna è quando devo lavarmi le mani: non va più via! Finisco sempre con lo spazzolarmi le unghie con il sapone più e più volte. Mi asciugo le mani, noto una patina biancastra sull’unghia e ricomincio a spazzolare. Ci perdo sempre un po’ di tempo!

Insomma, trovo che sia un prodotto un po’ strano e scomodo da usare continuativamente. O per lo meno, il classico dischetto di cotone imbevuto di acetone e molto più pratico! Tuttavia è un prodotto che se usato correttamente funziona molto bene, se siete del tipo che si cambia lo smalto anche quando va in vacanza sinceramente ve lo consiglio. Anzi, credo proprio che sia un prodotto ideato per essere comodamente infilato in valigia!


E voi avete mai provato prodotti simili? Cosa ne pensate?

lunedì 28 aprile 2014

Kiko Nail Lacquer n°360

Della serie “post dimenticati” oggi parliamo di uno smalto. Sì, mi capita sempre di preparare le foto ma rimandare il post per un motivo logico (tipo il primer occhi che fa i capricci) o meno. Ma adesso vediamo di recuperare ed iniziamo con uno smalto estivo molto adatto alla stagione ed al caldo in arrivo! Oggi parliamo dello smalto n°360 di Kiko.

Sono impazzita per cercare di fotografare questo smalto! Impazzita! E dopo un’infinità di scatti in tutte le pose e tutte le luci mi ritrovo a propinarvi uno swatch non completamente fedele. Sono proprio una pippa! Il colore è abbastanza azzeccato, è un bel rosa abbastanza fluo. Quello che voi non vedete è una specie di sottotono pescato che attenua il rosa ed il suo “potere fluo”. Visto live è un colore un po’ più delicato e tenue, è molto particolare!

La stesura è pratica, non da problemi e l’asciugatura è abbastanza rapida. Queste due caratteristiche rendono molto agevole l’applicazione ed il fatto che servano due passate per ottenere il l’intensità di colore che vedete in foto non pesa assolutamente!

Insomma, è proprio uno smalto carino e molto adatto alla stagione primaverile o estiva! Mette il buonumore e riesce ad essere forte senza essere accecante. Veramente un ottimo alleato!


E voi cosa ne pensate di questo smalto? Avete qualcosa di simile?

giovedì 24 aprile 2014

Tag: il primo della classe

Dare a qualcosa il titolo di preferito è una cosa che mi ha sempre messo ansia. Sem-pre! Mi è sempre sembrata una specie di dispetto verso le altre cose (perché stiamo parlando di oggetti, tutta un’altra frontiera della pazzia proprio!). Perché inizio un post parlandovi di una delle mie pippe mentali? Perché Roberta mi ha messa un po’ in difficoltà taggandomi nel tag “il primo della classe”, dove devo elencare una enunciare delle preferenze assolute. Un incubo per me, ma obiettivamente devo dire che può essere utile per voi che capitate qui (utile? Ma sono seria??). Credo che possa essere interessante anche rifarlo dopo un bel po’ di tempo, magari tra un anno o due mi costringo a rifarlo!

Ma mettiamo da parte i miei disagi mentali e guardiamo le “regole del gioco”. Prima di tutto bisogna citare Laura come ideatrice del tag (ciao Laura!), bisogna taggare altre 5 blogger a bruciapelo e rispondere a tutte le domande. Ecco, io non ricordo minimamente chi abbia fatto questo tag o no. E si che ne ho letti parecchi! Quindi citerò a caso chi mi sembra non l’abbia ancora fatto. Nomino Svampi, Drama, Tizy, Valeria e Foffy. A voi la palla ed ecco le mie risposte!

Il primo della classe… PRIMER OCCHI
Kiko! Adesso il signorino che vedete immortalato sta facendo un po’ i capricci sinceramente! C’è anche da dire che ha tipo due anni e che è quasi finito! A lungo l’ho dato per scontato essendo l’unico primer da me utilizzato, ma nelle ultime settimane lo sto confrontando con l’I <3 stage di essence e con Rugiada per makeup di Neve e devo dire che non c’è proprio gara, anche se negli ultimi 2-3 mesi ha calato vistosamente le sue prestazioni. Appena Kiko proporrà uno sconto (hai sentito Kiko??) lo prenderò al volo. O appena mi lascerà a piedi definitivamente!

Il primo della classe… CORRETTORE
Gne! Non ho ancora trovato un correttore che mi soddisfi fino in fondo perché le mie occhiaie sono e restano incopribili! Se proprio devo indicarvi il prodotto con il quale mi sono trovata meglio azzarderei la parte beige del correttore 3in1 di essence. Che giustamente è andato fuori produzione! È quello che mi ha dato l’effetto migliore, ma la strada è ancora lunga!

Il primo della classe… FONDOTINTA
Passo! Ho iniziato da poco ad usare simil fondotinta, e spero proprio che il pigmento di Lush non sia il migliore in circolazione!

Il primo della classe… BLUSH
Ri-passo! Tra me ed i blush non c’è proprio storia!

Il primo della classe… ROSSETTO

Qui ho barato perché ne ho scelti due! E sono anche stata brava a citarne solo due! La mia scelta iniziale ne comprendeva quattro, ma poi ho deciso di contenermi. E mi sento pure un po’ in colpa, li vedo gli altri rossetti tutti offesi! Wow quanto sono sana! Ho scelto il rossetto Red Temptation di Debby ed il waka waka di essence. Ho provato a fotografare gli stick, ma i colori venivano così falsati che mi sono pure arrabbiata! Red Temptation è il mio grande amore, anzi, il mio primo amore, il mio primo rossetto! Mi affido a lui quando ho le labbra troppo secche per reggere qualsiasi cosa, o quando ho bisogno di qualcosa di duraturo. So che lui mi sta sempre bene e moroso sa che se lo bacio con questo rossetto non gli passo il colore. È decisamente il primo della classe! Anche per waka waka provo un grande amore! È un bel fuxia forte, so che resiste a tutto e che mi sta una favola. È forte in tutti i sensi!

Il primo della classe… OMBRETTO IN CREMA
Lo sto usando meno ultimamente, ma il migliore resta lo stay all day di essence nella colorazione coppy right. È bello luminoso, abbastanza discreto e dura tutto il giorno anche senza primer. Cosa fondamentale per un ombretto in crema secondo me!

Il primo della classe… OMBRETTO MONO
Ci ho pensato a lungo, ma proprio non mi è venuto in mente nessun ombretto mono in particolare! Ultimamente uso solo palette…

Il primo della classe… PALETTE OCCHI
La undressed di MUA! È una palette versatile e piena di marrone come piace a me. Purtroppo ci sono solo tre opachi, lo 01, lo 03 e lo 05. Tutti gli altri sono shimmer o satinati. Quando avrò risolto i miei problemi con il primer la recensirò perché negli ultimi mesi potrei essermi fatta un’idea sbagliata su questi ombretti. Nel senso, prima mi duravano, ora meno. In particolare amo il numero 12, è un grigio splendido!

Il primo della classe… PENNELLO PER OCCHI
Adoro il pennello per smokey eyes di essence! Il mio trucco standard consiste in un ombretto sulla palpebra mobile (steso alla buona in genere), un marrone scuro opaco nella piega dell’occhi che sfuma il colore applicato in precedenza e da profondità ai miei occhi da pesce, un simil-eyeliner ed un kg di mascara. Questo è il pennello con cui faccio la sfumatura nella piega e lo adoro. Prima usavo il pennello a penna del travel kit di Shaka, ma faceva un segno troppo netto e preciso. Questo sfuma abbastanza bene anche da solo e spesso non devo neanche sfumare la sfumatura con un marrone chiaro (che discorsi intricati!)

Il primo della classe… MASCARA
L’I <3 Extreme di essence è il miglior mascara che io abbia mai provato! Fa delle ciglia “wow!” (termine specifico), è resistente e costa pochissimo. Quello che vedete in foto ha più o meno la stessa età del mio primer di Kiko, lo tengo nel beauty delle emergenze in borsa, ma sto pensando di sostituirlo con lo STAYS nomatter what dato che pure lui ha vita breve. In ogni caso, secchiate d’amore!

Il primo della classe… CIPRIA TRASPARENTE
A me sinceramente non piacciono le ciprie trasparenti… Non mi ispirano fiducia! Ragion per cui vi cito l’unica che io abbia mai usato: la sempiterna cipria accord perfait di L’Oreal. L’ho comprata se non sbaglio nell’inverno del 2009, a seguito di una reazione a qualcosa credo. Mi sono svegliata che avevo la faccia come la Pimpa ed il mio piccolo cervelletto malato mi ha suggerito che comprare qualcosa per coprire il fattaccio in caso ricapitasse. Non è più successo grazie al cielo ed io dopo quattro anni e mezzo me la ritrovo tra le mani (non più nella sua confezione originale ahimè!) e spero che finisca presto. È un buon prodotto, ma non vedo l’ora che finisca!

Il primo della classe… BRAND BIO
Questa domanda è difficile perché io non uso molti prodotti completamente bio, o almeno, per me lo sono, ma per tante talebane dell’eco-bio no! Quindi non so sinceramente rispondere! Potrei azzardare Lush, o I Provenzali, ma in entrambi i casi qualcuno potrebbe avere da ridire ed io stessa non mi affiderei ad uno solo di questi marchi in tutto e per tutto. Sono indecisa!

Il primo della classe… BRAND LOW COST
Essence senza dubbio! A parte l’enorme problema di reperibilità che lo limita trovo che sia uno dei migliori marchi low cost in giro (perché no, Kiko per me non è poi così low cost). Informandosi bene si possono trovare veramente ottimi prodotti come gli elementi sopracitati.

Il primo della classe… BRAND DI ACQUISTI MAKEUP ONLINE
Ecco, questa domanda l’ho capita un po’ poco. Si parla di siti che vendono unicamente un marchio o di più? Se devo nominare un sito monomarca citerei subito Neve Cosmetics! È ben organizzato, spedisce in tempi record, da sempre un omaggio e fa spesso promozioni. Parlando invece di un sito web che vende più brand direi assolutamente Maquillalia! Tiene un’infinità di marchi, sia low cost (essence, MUA…) che un po’ più costosi scontandoli (China Glaze, The Balm…). Le spedizioni non sono rapidissime, ma che diamine, arriva dalla Spagna! E con delle caramelle gommose come omaggio!! Come si può non amarli?? Molti si lamentano perché le spese di spedizione dipendono dalla spesa. Più spendi e meno spedizioni paghi. Per quanto riguarda le mie abitudini, la cosa non mi infastidisce. Io faccio radi ordini cumulativi! (Certo, se mettono le spese di spedizione gratis non le schifo!)

Il primo della classe… BRAND DI LUSSO
Prima di avere un brand di lusso da definire come “primo della classe” ho bisogno di un’altra cosa di lusso: un lavoro! ;)

E direi che possiamo chiudere qui questo lunghissimo sproloquio! Queste erano le mie risposte più o meno sensate al tag ed ora spero di riuscire a rifare la pace con tutti i miei rossetti (e con il mio cervello!). Perchè blogger abbia messo questo post in 28284668 caratteri diversi è per me un mistero!


E per voi quali sono i primi della classe?

mercoledì 23 aprile 2014

I Provenzali: sapone extra dolce all’arancia

Dopo un una lunga “dittatura dei campioncini” torniamo a parlare di sapone! Sto cercando di esaurire le scorte accumulate qui a casa, ma la strada è ancora lunga! Continuiamo a parlare dei saponi extra dolci alla frutta de I Provenzali, oggi tocca alla variante all’arancia! È una linea che sinceramente mi sta convincendo un po’ poco dato che l’unico sapone con cui mi sono veramente trovata bene fino ad adesso è quello alla mela, ma prima di pronunciarmi definitivamente preferisco maneggiare anche le altre varianti, se non sbaglio le ho tutte.

La prima cosa che non mi è piaciuta di questo prodotto è stata la profumazione! Io amo le arance (ne mangio a vagonate), ma in questo caso l’aroma è così artificiale da essere irritante. Ma ci si può andare oltre, dopotutto non è persistente, anzi, sulla pelle non resta proprio per niente.

Lava molto bene, ma il grosso problema di questo prodotto è che mi secca leggermente la pelle. A me, che sono quasi Highlander! Non secca in modo apocalittico come mi è successo con Igloo o con il sapone all’olio di Mandorle Dolci, non mi fa tirare la pelle istantaneamente. È sul lungo termine che mi frega, utilizzandolo ogni giorno ho notato che avevo spesso bisogno di crema, anche più volte alla settimana. E non sto parlando di una stagione particolarmente fredda, le ultime settimane sono state tutto sommato tiepide.

Ecco riportato l’inci, molto simile a quello della versione al Cocco ed a quello alla Mela Verde
Evidentemente, gli olii e le essenze poste dopo il profumo (quelli sono gli elementi che cambiano da un sapone all’altro) fanno una grossa differenza! La versione alla mela era molto più morbida di questa, a tatto proprio, però mi è sembrato che quella all’arancia fosse meno durevole della sopracitata versione. E questo è un po’ strano.

Insomma, questo prodotto non mi ha fatta impazzire, anzi, non mi è proprio piaciuto! È un peccato perché dopo la scorsa recensione mi ero convinta di aver davanti degli ottimi saponi. Spero che questa sia solo una sbandata.

E voi avete provato questa linea? Come vi ci siete trovati? 

venerdì 18 aprile 2014

Sephora: acqua micellare

Ci sono volte che recensendo un prodotto ho un po’ la sensazione di essere troppo pignola, di cercare il pelo nell'uovo. Sì, mi dispiace sempre bocciare un prodotto. Questa volta però non mi sento pignola, non sono io a pretendere troppo: è il prodotto a non fare il suo lavoro! Oggi parliamo dell’acqua micellare di Sephora.

Avevo sentito parlare bene di questo prodotto, quindi, quando in cassa mi è stato proposta la minisize a quattro euro, ho pensato di prenderla. Invece mi sono ritrovata per le mani il classico struccante che non strucca! Ci sono stati giorni in cui ha fatto fatica con gli ombretti! Cose che sarebbero venute via tranquillamente in doccia con una goccia di detergente per il viso! Vogliamo parlare delle difficoltà col mascara? Fatica a struccare il Vamp di Pupa, che è più idrofobo di me! Seriamente, quindici giorni fa sono uscita la sera con un trucco semplicissimo, primer, ombretti in polvere, eyeliner (ben poco resistente), mascara Vamp, correttore, fondotinta, cipria e tinta labbra. Tornata all’una passata con un sonno da letargo, c’ho messo più di un quarto d’ora per struccarmi con questo prodotto! Proprio non capisco come faccia ad essere così poco efficace, non avevo nulla di resistente addosso, ma tuttavia ho passato più di dieci minuti a sfregarmi gli occhi. Fossi stata sotto la doccia, in venti secondi massimo ero già senza mascara! E questo è uno dei tanti esempi!

Vi ho citato un esempio blando, ma credetemi, ho provato ad usarlo anche su mascara waterproof, sia col multi action che con il no MATTER what. La tragedia! Le ciglia facevano prima a staccarsi. Pure la matita nera è nemica giurata di questo “meraviglioso” prodotto, anche per quella devo sfregarmi gli occhi all’infinito. E tutto questo sfregamento mi fa bene? No! Il giorno dopo ho tutto il contorno occhi arrossato. Questo, insieme alla totale incapacità di questo prodotto di svolgere il suo lavoro, mi rendeva arduo lo smaltimento. Ora però gli ho trovato un compito! Sto iniziando ad usare il gel struccante di Bottega Verde (funziona tipo il Soft Cleansing Gel di essence per capirci), ma lascia dei residui di trucco. Tante volte basta il pannetto asciutto per rimuoverli definitivamente ma quando non ce la fa uso un po’ di quest’acqua micellare ed in questo modo so di risolvere il problema.

Insomma, lo trovo un prodotto veramente pessimo e sono contenta di avere solo una minisize! Meno male che ho trovato il modo di smaltirlo!


E voi avete mai provato questo prodotto? Cosa ne pensate? 

mercoledì 16 aprile 2014

Fiorgolosi che passione!

Mettiamo subito in chiaro una cosa: questo non è un dolce light. Anzi, attenti che probabilmente basterà leggere gli ingredienti per iniziare a sentirsi appesantiti. Io vi ho avvisati eh! Se siete di quelli che “dopo pasqua mi metto a dieta” sbrigatevi a riprodurli!

Premesse fatte, ora possiamo continuare! Già nel post sui top dell’inverno vi avevo accennato ad una mia grande passione invernale: i biscotti Fiorgolosi della Bauli! Sono così buoni che potrei seriamente svenire! Sono cioccolatosissimi, non sono troppo dolci, sono secchi al punto giusto (non come certi biscotti che a momenti ti fanno strozzare) e devono essere anche un sacco buoni anche pucciati nel latte. Li adoro! I biscotti sono i primissimi dolci che ho iniziato a fare (ricordate quelli al caffè?), quindi non potevo non replicarli! Ho fatto qualche tentativo, un po’ per la consistenza ed un po’ per il sapore, ma ce l’ho fatta. Ecco gli ingredienti:
175 g di burro
60 g di zucchero
1 cucchiaio di Nutella
Gocce o scaglie di cioccolato fondente q.b.
285 g di farina 00
vanillina
30 g di cacao amaro

Gli ingredienti vanno mescolati all’incirca nell’ordine in cui li ho elencati, prima di tutto montate leggermente lo zucchero con il burro fuso. Per cercare di risparmiare calorie ho usato il burro Metà Metà della Prealpi, è composto in parte da burro vegetale ed è leggermente meno calorico. E costa pure poco se non ricordo male!

Amalgamati i primi due ingredienti aggiungete la Nutella ed i pezzi di cioccolato fondente. Nei biscotti originali ci sono solo delle scagliettine minuscole, ma io in realtà ci ho messo dei pezzettoni enormi. Sì, sono una di sostanza! -.- Terminati gli ingredienti liquidi o quasi aggiungete quelli asciutti mescolati insieme. Prendete il risultato delle vostre fatiche, avvolgetelo alla buona in un panno e riponetelo in frigo per mezz’ora.

Non aspettatevi una pallina di impasto bella pronta da stendere. È proprio tutta un’altra cosa! Mi scoccia dar ragione a moroso, ma il risultato è molto simile al terriccio! Infatti li ha soprannominati biscotti-Vigorplant. Il sostegno ideale per un’impedita che si ritrova con un impasto bastardissimo da impastare! La forma che gli ho dato è discutibilissima, sono certa che voi farete di meglio! Il metodo migliore che ho trovato per creare qualcosa che somigli ad un biscotto è compattarli ben bene in una pallina e poi schiacciarli facendo attenzione che non si disfino. Probabilmente esiste un metodo migliore! Una volta formate le vostre creature infornatele a 180°. Non so bene dirvi quanto richiedano di cottura perché dipende moltissimo dalle dimensioni dei dolcetti (e dal forno ovviamente!). Sappiate che vale la prova dello stecchetto.

Sono buonissimi, ma da mangiare con parsimonia perché sono veramente pesanti. Motivo in più per farli più piccolini di come li ho fatti io! Fatemi sapere come vi vengono se provate a rifarli!

martedì 15 aprile 2014

Preview essence: Beach Cruisers Trend Edition

Oggi voglio tirarvi su il morale dopo la disastrosa LE di essence di cui abbiamo parlato pochi giorni fa. Se avete bisogno di farvi tirare su il morale anche in qualche altro fronte restate nei paraggi perché domani parliamo di biscotti. Pian piano provvedo a tutto! Dicevamo, dopo una collezione pessima ne arriva una a mio parere molto bella! Si chiamerà Beach Cruisers e sarà disponibile tra Maggio e Giugno. Guardiamo di cosa si tratta!

Partiamo come sempre dagli ombretti proposti: un giallo-Titti, un verde Tiffany o giù di lì ed un color salmone. Sono utilizzabili sia da asciutti che da bagnati e sembrano opachi visti così, ma senza degli swatch non posso dirlo con certezza. Quel giallo non credo che riuscirei ad usarlo, ma gli altri due mi intrigano veramente molto! Aspetto con ansia degli swatch per capire meglio come sono! I numeri sono 01 girls just wanna have SUN!, 02 keep calm and go to the beach! e 03 life is a beach e costeranno 2,89€ l’uno.

Passiamo ai due eyeliner liquidi proposti:  un marroncino-bronzo ed un verde sempre Tiffany-o-giù-di-lì, entrambi waterproof. La confezione suggerisce la presenza di microglitterini all’interno dei prodotti e questo non fa che migliorare le mie impressioni: sembrano veramente due tonalità luminose ed adatte all’estate (ad all'abbronzatura!). Il marroncino è quello che mi ispira di più in assoluto! Le colorazioni sono 01 sun, fun & copper! e 02 keep calm and go to the beach! e costeranno 2,89€ l’uno.

Ultimo tra i prodotti occhi proposti una cosa, secondo me, fortissima e che tutti i marchi dovrebbero fare: il mascara top coat impermeabilizzante! È un top coat waterproof! Avevo già sentito parlare di prodotti simili da Lolla, di Catrice se non sbaglio, e l’ho subito trovata un’idea geniale! Voi applicate il vostro mascara preferito, quello che secondo voi fa l’effetto migliore, ed una volta asciutto lo impermeabilizzate con questo. Fortissimo, sempre se funziona però! Vedremo come va. C’è un’unica variante, la 01 cruisers united e costerà 2,89€.

Sul fronte labbra vengono proposti due gloss uno rosa scuro ed uno color albicocca, entrambi molto estivi! Carini, forse la variante arancione è un po’ troppo gialla per i miei gusti, ma questo è un altro paio di maniche. Certo, visti così sembra che abbiano dei glitterazzi dentro! Non sono il mio genere di prodotto, ma li trovo adatti alla collezione ed alla stagione. Le colorazioni proposte sono le numero 01 I summer break e #02 girls just wanna have SUN! e costeranno  2,49€ l’uno.

C’è poco da fare, i blush delle LE di essence mi fanno impazzire! Quello proposto è molto simile a quello nella nuova linea permanente, un fuxia che si sfuma fino ad arrivare ad un arancione. In realtà secondo me è diverso! Questo sembra contenere glitterini ed il colore di partenza forse più che un fuxia è un rosso. Veramente bello! Lui è il numero 01 I summer break e costerà 3,79€.

Vi aspettavate un illuminante, eh? E invece no! Niente illuminante, ma sì alla terrà! La parte marrone scuro sembra opaca, mentre la palma dorata ha un aspetto decisamente shimmer! Dev’essere molto carina sull’abbronzatura! C’è un’unica variante, la 01 life is a beach e costerà 3,79€.

Quattro smalti effetto Sparkling Sand! Quanto amo gli smalti ruvidi! Il rosso è quello che mi dice meno ed il dorato mi sembra un po’ pacchiano. Sembra la versione glitterata dello smalto della Dark Romance. Molto bello il rosa chiaro, sembra simile ad uno degli smalti contenuti nella confezione natalizia degli Sugar Mat di Kiko. Molto bello quel verde! Credo che se lo trovassi lo prenderei al volo! Scelta perfetta! Questi sono i numeri 01 I summer break, 02 girls just wanna have SUN!, 03 keep calm and go to the beach! e 04 life is a beach e costeranno 2,49€ l’uno.

Eccoci arrivati al prodotto che capisco meno: lo spray rinfrescante per il corpo! Non ho mai utilizzato prodotti simili quindi non so darvi un’opinione purtroppo. So solo dirvi che ha un profumo fruttato, che contiene 100ml di prodotto, che l’unica variante si chiama 01 take me to paradise e che costerà 3,79€.

Infine un prodotto che trovo veramente simpatico. Non è una semplice trousse, ma è una pochette porta bikini bagnato. Internamente è impermeabilizzata in modo che possiate infilarci dentro il costume da bagno bagnato senza il pensiero di bagnare tutto. Bella idea, non per me perché il costume bagnato non è decisamente tra i miei problemi, ma quasi quasi potrei prenderlo per le mie sorelle se è abbastanza capiente. Prodotto intelligente. Anche lei ha una nome, 01 don't forget your bikini e costerà 4,59€.

E questo è quanto, mi è sembrata veramente carina questa Limited Edition, molto meglio rispetto alla viva Brasil. Spero di trovarla perché presenta prodotti veramente interessanti!


E a voi com’è sembrata questa LE? C’è qualcosa che vi ispira?

sabato 12 aprile 2014

Top inverno 2014

È veramente imbarazzante il ritardo costante di questo post! Basta, non vi prometto neanche più che la prossima volta sarò puntuale, quel che sarà sarà e quando arriverà arriverà! (che sia la volta buona?) Lamentele a parte, eccoci con i vestiti, prodotti e cibi top dei mesi più freddi dell’anno! Che poi, tanto freddi non sono stati, ma per una creaturina a sangue freddo come me questo non può che essere un bene! Partiamo!

Non ha fatto tanto freddo, ma io sono e resto una lucertolina infreddolita, quindi sì, una selezione di maglioni! Magari indossati da soli, senza nulla sotto,  ma senza di loro non saprei come fare! Il primo è una vecchia conoscenza! Ve l’ho mostrato nell’haul di dicembre se non sbaglio, questa volta l’ho fotografato da appeso perché speravo che rendesse meglio l’idea ma ci sono riuscita solo in parte! Indossato è molto più grazioso e molto meno sacco-di-patate. È caldissimo l’ho indossato soprattutto nei giorni particolarmente freddi o quando stavo poco bene e necessitavo di qualcosa di caldo ed avvolgente. Moroso mi prende sempre in giro perché dice che se allargo le braccia sembro uno scoiattolo volante… Che cattivo! A seguire il maglione più verde del globo! Preso all’H&M ai saldi di credo due anni fa. È caldo, ma non come quello di cui abbiamo appena parlato, ha le maniche a tre quarti e ha tipo la forma di una tunica. È difficile da descrivere effettivamente! Non serve che vi dico perché l’ho messo spesso: ha un colore meraviglioso e avevo bisogno di evadere dalla monotonia di beige di quest’inverno! A proposito, torniamo al beige con l’ultimo maglione. Semplice, corto ed un po’ larghino, con un laccetto legato a fiocco sulla schiena: adoro! È il capo più vecchiotto dei tre e si vede (il prossimo autunno gli faccio un piccolo restauro e torna come nuovo), l’ho preso da Camaieu non molto prima di quello verde. Da amante delle cose semplici non posso adorare questo gioiellino! È bello caldo, ma ha un difetto: lascia pelucchi un po’ ovunque! Spero che col tempo smetta di farlo!

Passiamo al make up? Cavolo quante recensioni devo fare! Ci sono prodotti che uso sempre ma che non mi decido mai a recensire perché voglio essere sicura di quello che dico o perché c’è un altro utilizzo che posso provare. Io mi devo fare meno complessi! Prometto, finisco un piccolo progetto e mi ci metto! Alcuni prodotti di cui abbiamo già parlato approfonditamente in passato, vedi la cipria Accord Perfait di L’Oreal (ora sulla scatolina porta assorbenti in alto, la confezione s’è sfasciata), il primer occhi di Kiko, il rossetto Miss Pupa n°501 ed il mascara Stays no Matter What di essence. Cose di cui parleremo presto come il pigmento concentrato di Lush, il kabuki retaibile ed il set da viaggio di Shaka, l’ombretto Vamp di Pupa in Burgundy, la Undressed di MUA, due correttori coverstick, un pennello da sfumatura, la palettina quattro di essence, il rossetto n° 01 e la matita labbra n°08, tutto di essence. Ne parleremo, promesso! Ci vorrà un po’ di più per il mascara Vamp di Pupa, ho iniziato ad usarlo da un mesetto e per il momento sono lievemente confusa. Ho iniziato ad usare il blush di H&M, ma continuo a trovarlo un passaggio inutile a meno che io non sia pallida come la signora morte! Ho bisogno di provare ancora un po’ l’eyeliner pen super fine di essence ed il Rouge Infusion n°12 di Sephora, di quest’ultimo penso si riparlerà in autunno perché è un colore bello scuro e nelle ultime settimane mi sto orientando verso tonalità più primaverili. Come sono scontata! Della matita nera n°10 di Debby parleremo quest’estate: voglio vedere come si comporta con il caldo. Praticamente vi ho fatto un trailer!

Infine, mia croce e delizia: il cibo! Nelle ultime settimane ho scoperto il Saikebon della Star. E praticamente è una continuazione del discorso “ramen” di quest’autunno dato che sono due prodotti concettualmente simili. Questo prodotto è stato pubblicizzato al punto che nessuno ha più avuto voglia di provarlo secondo me. A parte la sottoscritta, che potrebbe mangiare anche chiodi! Mi ispirava ma il concetto del “tutto in barattolo” mi faceva storcere il naso. Chissà che diavolerie ha dentro. In realtà non è niente di particolarmente strano o malefico. Anzi, ha un meccanismo molto intelligente che sfrutta la gran capacità di assorbimento dei noodles e la accorpa ad una specie di dado da brodo che insaporisce il tutto. Alla fine non esce un prodotto chissà che prelibato, ma per essere una cosa già pronta ed istantanea non è per niente male. E parlo della variante pollo e verdure. Vi giuro che nei giorni in cui sono stata male avere a disposizione questi barattolini è stata come la manna dal cielo! Non potevo certo far fare il brodo a Madre due volte alla settimana (soprattutto ora che è orfana della sua pentola a pressione!). Sono stati veramente un sollievo! Spero di riuscire a fare in casa qualcosa di simile e di altrettanto istantaneo! Quest’inverno ho anche fatto una grande scoperta dolciaria: i fiorgolosi della Bauli! Dyo come sono buoni quei biscotti! Cercateli ed assaggiateli! Ve lo ordino, non dovete perderveli! Ci sono andata così in fissa che ho cercato di riprodurli e ce l’ho fatta! Stay tuned! Infine arance! Tante arance, ne ho mangiate a vagonate proprio! Preferibilmente tarocco o rosse. Madre ha avuto la geniale idea di prendere le vaniglia… Mai più! Sono un insulto a tutti gli agrumi, sono così insapore che tutto quello che mangerete dopo di loro saprà di camomilla diluita. Veramente NO!

E direi che queste sono tutte le mie fisse per l’inverno appena concluso! E voi vi siete fissati con qualcosa? Che cosa? 

mercoledì 9 aprile 2014

Haul Marzo 2014

Sì, scrivendo l’haul ogni mese mi sto rendendo conto che compro parecchio e la cosa un po’ mi inquieta! Ma sono sempre così? No perché altrimenti ho una percezione molto errata di me stessa! O forse sto osservando una campionatura fuori standard? Proprio non lo so! Tra l’altro questo mese ho fatto anche tre ordini, il fatto che io accumuli ordini su internet e li faccia partire tutti insieme sballa ulteriormente la cosa! Partiamo ed iniziamo proprio da un ordine!

L’ordine EccoVerde! Abbiamo quasi terminato il tea tree di Bottega Verde e, come ho accennato ai tempi della recensione, avevo voglia di provare un tea tree che fosse puro. Quindi mi sono presa avanti, e ho preso questo a marchio Farfalla per 5,89 euro. Vedremo se ci sono differenze, se sarà uguale tornerò a quello Bottega Verde: più facile da reperire e con il flacone più grande! Da lì, l’ordine si è allargato, vuoi ordinare una cosa sola? Alla fine non ho neanche pagato le spese di spedizione. Mi sono innamorata dei prodotti Badger Balm! Sono così carini con quel tasso (è un tasso giuto?) sopra! Da piccola adoravo quando mi mettevano il Vicks o il Timo (la crema al timo della just, passata alla storia semplicemente come “timo”) per farmi respirare. Era veramente una coccola ed era un bel po’ di anni che mi mancava. Ragione per cui ho DOVUTO prendere l’Aromatic Chest Rub! Mi piacerebbe provarne altri, ma ho paura che non mi piaccia la profumazione… Che Dubbi! Questo l’ho pagato 5,99 euro! C’è stato un periodo in cui ho sentito molto parlare della Maschera Balsamica Ristrutturante di Biofficina Toscana e non vi nascono che tra me e lei c’è stato subito feeling! Non chiedetemi perché, mi ha ispirata così a pelle. Ho intenzione di usarla quest’estate alternandola con una maschera idratante, e magari mettendoci in mezzo un po’ di hennè. Facendo così spero di evitare il disastro dello scorso anno! Se non dovesse funzionare ci rimarrei veramente molto male! Ho preso ben due balsami labbra! Ho avuto un po’ di crisi in quanto a burrocacao, solitamente c’è sempre qualcosa che voglio provare, ma ultimamente non era così, stavo per buttarmi e comprare lo stick labbra al burro di karitè de I Provenzali di cui tutti parlano bene. Per carità, non dico che non sia buono, ma dopo la brutta esperienza con il suo fratello all’Argan mi ispirava poco. Arrivata su EccoVerde mi si è aperto un mondo di balsami tutti-i-gusti-più-uno! Li avrei presi tutti, ma mi sono limitata (leggi: mi sono bacchettata le mani) e ho ristretto la cosa a due prodotti: il Crazy Rumors Fresh Squeezed Lip Balm in Limeade a 3,79 euro ed il Burt’s Bees con Burro di Mango a 3,99 euro. Sono esaltatissima per loro! Infine, richiesta da Madre, la BB Cream So’Bio nella colorazione 02 a 12,49 euro. Sì, gliela scroccherò non appena avrò terminato il pigmento di Lush!

Acquisti vari da Bottega Verde, questo mese ho ricevuto due cartoline con due omaggi niente male: una minitaglia del mio amato scrub all’albicocca e il mascara allunga ciglia con proteine della seta. Sono un po’ in crisi anche sul fronte mascara, quindi mi è sembrata doppiamente vantaggiosa la cosa. Solo che, ovviamente, per ottenere gli omaggi bisogna spendere almeno 10 euro. Impresa molto facile dato che madre sembra mangiarsele per colazione le creme viso. A parte le cose solo per lei ho preso il bagno doccia al bambù ed il latte corpo della linea Riso Venere per Sorella 2 e lo scrub alla pietra pomice per tutti (ma io sono la più bisognosa -.-). Poi, sono usciti gli smaltini nuovi, ce ne sono di splendidi, dategli un’occhiata! Potevo non provarne uno? Sì, ma standoli a guardare continuamente la tentazione diventa difficile da gestire, quindi alla fine ho preso il n°41, rosa lurex, della linea Multireflex. È carinissimo, non vedo l’ora di usarlo! Scorta di Soft Cleaning Gel di essence pagata 98 centesimi grazie allo sconto di 5 euro gentilmente offerto da Vodafone. Entrambe le confezioni con gli angolini rotti, che sfortuna! Poi, da Acqua&Sapone, c’era il correttore antietà di Maybelline a poco più di 6 euro. È una vita che voglio provarlo, lo lascio lì? No! Ci sono posti in cui l’ho visto anche a tre euro di più! Eravamo in zona, l’abbiamo preso e quando io e madre avremo smaltito i correttori aperti sarà il suo turno! Salviettine rinfrescanti! In genere non sento il bisogno di prodotti simili, ma dopo un brutto episodio che vede come protagonista una febbricitante me che va a lavorare dopo aver preso la tachipirina mi sono decisamente ricreduta. Ho preso a caso queste della Fria, ma non so se esista di meglio in circolazione… Consigli? Infine, il secondo ordine del mese: la coppetta mestruale. Per la festa della donna Fleurcup ha lanciato un’offerta: coppetta più spese di spedizione a 14,99 euro. Era un po’ che meditavo l’acquisto di qualcosa di simile, ma non mi decidevo mai, da una parte volevo qualcosa di buono subito, dall’altra non volevo spendere troppo per una cosa con la quale non sapevo come mi sarei trovata. Alla fine mi sono decisa e ho preso questa, non mi convince fino in fondo, ma per lo meno “tento l’esperienza”, provo, vedo come mi trovo, e più avanti se vorrò cambiare lo farò ben volentieri, mi informerò con attenzione ed anzi, forse avendo già un’esperienza riuscirò anche a capire meglio di cos’ho bisogno. Per ora non l’ho provata e già vi dico che dubito che ve ne parlerò, avendo fatto un liceo frequentato solo da ragazze parlo molto, troppo liberamente di ciclo e simili; qualcuno si potrebbe spaventare!

Fare una foto con tutto non va di moda, no no! È d’obbligo dimenticare almeno qualcosa -.- Ecco gli assenti, del matitone doppio in Edizione Limitata di essence ne abbiamo già parlato, non dico altro. Non abbiamo invece mai parlato dell’autoabbronzante. Perché non ne ho mai usato uno! Quest’anno provo anche questa! Ho le gambe tanto bianche che sembrano catarifrangenti, non è il massimo soprattutto perché io non vedo l’ora di liberarmi delle calze per mettermi liberamente vestitini e gonnelline varie. Ma con le gambe color mozzarella è brutto, non si può! Quindi provo a prendermi avanti, ho preso un prodotto a caso (il prezzo non lo ricordo, polla!) e vediamo come va. Tanto nella peggiore delle ipotesi non fa niente! Infine, mi sono presa una collanina! Io non sono una gran patita di accessori. O meglio, mi piacciono sugli altri, meno su di me. Io sono una molto abitudinaria: fino ad ora ho sempre usato a rotazione due collanine regalate dal moroso. Però per andare a lavorare ne uso sempre e solo una: il gufetto con l’orologino. È infinitamente comoda perché nei centri commerciali (come nei casinò) non esistono orologi, ma io ho bisogno di sapere l’ora. E no, gli orologi da polso proprio non mi piacciono! Da qui nasce il bisogno di un'altra collanina con orologio, le voglio usare a rotazione. È veramente carina, color ottone (se non sbaglio) ha una catenella bella lunga e l’orologio è nascosto da un intarsio carinissimo con dei fiorellini. Basta premere il bottone e si apre. L’ho trovata da Colours and Beauty un giorno in cui c’era una promozione che mandava al 50% tutte le collane. Che fortuna! In questo modo l’ho pagata poco più di 8 euro, se vi interessa il genere andate a dare un’occhiata che ce n’erano molte di simili!

Altri accessori: ho trovato le ballerine che cercavo! Sono nere e di pizzo, con un sostegno di “simil filo da pesca” che le mantiene semi-rigide. E hanno pure un bel fiocco! Sono adorabili! Non ho ancora iniziato ad usarle per andare a lavorare perché sono da allargare, su un piede soprattutto, ma niente di grave: le indosserò ancora un po’ con i calzettoni e saranno perfette! Le ho comprate da Meggetto, che è un negozio con pochi punti vendita tutti nelle mie zone, tiene diversi piccoli marchi, secondo me se avete negozi simili nelle vostre zone potete trovarle. Le ho pagate poco meno di 14 euro!

OVS, gonna svasata, nera, stessa storia del mese scorso! Queste gonne sono comodissime e versatilissime, ne ho tre in colori diversi ormai! E anche questa l’ho pagata meno, costava 16,99 euro se non sbaglio, ma io avevo uno sconto di 5 euro.

Infine, ultimo ma non meno importante, mi sono presa il secondo Lego Harry Potter, quello riguardante gli anni dal quinto al settimo! Preso su Amazon insieme a Tutto don Camillo per madre! Del gioco ho già finito la storia e l’ho trovato bruttissimo! Sono contenta di aver completato la saga, ma l’atmosfera del primo è insuperabile. Non so se può interessare un post su di loro sinceramente, o almeno, non saprei cosa scriverci!


E questi sono tutti gli acquisti del mese! E voi, cos’avete acquistato?

lunedì 7 aprile 2014

Out of Mind #10, Marzo 2014

Sì, ho un sacco di post in ritardo in questi giorni! Questo, l’haul, il top inverno, un tag… Giuro, se mi passa questo annebbiamento recupero tutto in settimana. E dovrebbe passare, con oggi ho finito l’antibiotico! Problemi tecnici a parte, parliamo dell’Out of Mind, ovvero lo smaltimento prodotti mensile. In realtà ho finito molta più roba di quello che vedete!

Tra i presenti nella foto spiccano l’esfoliante viso conolio e granuli di Argan de L’erboristica ed il sapone di Aleppo di cui abbiamo parlato recentemente. Ciao e per quanto mi riguarda speriamo di non vederci più! Terminato anche l’ennesimo flacone di Soft Cleansing Gel di essence, già ricomprato e rimesso in doccia. Ultimamente avendo avuto a che fare con mascara waterproof l’ho usato meno in effetti, ma è immancabile a casa mia, madre vuole solo lui! Finito anche un altro flacone di shampoo alle 5 erbe di Garnier! È lo shampoo di ordinanza di sorella 1, io non lo amo particolarmente perché lo trovo un po’ aggressivo, ma glielo scrocco sempre quando devo lavarmi via un impacco di olii dai capelli: sgrassa subito! Ed ha un profumo buonissimo! Adesso abbiamo provato a sostituirlo con lo shampoo ai fiori di loto, sempre di Garnier, ma non sta andando benissimo. Ve ne parlerò!

Questo mese ho fatto fuori veramente molti prodottini di Lush! Sorella 2 ha terminato la balistica Trilli, non le è piaciuta perché credeva che riempisse l’acqua di brillantini ma non è stato così. Grazie al cielo! Fa solo schiuma e rende gialla l’acqua. Niente di che effettivamente! È terminato il gel doccia Sballa con me, aka Ponce! Di lui ne abbiamo già parlato, la mia opinione non è cambiata nonostante fosse praticamente scaduto. Colore, profumazione e resa sono rimasti invariati. Assente in foto la grande conquista del mese: ho terminato il Teodoro! È durato un anno e 3 mesi quel bastardo! Vi giuro che lo odiavo con tutta me stessa!

Poi, sempre di Lush, ho terminato un bilico (= tanti) campioncini! Sì, ne avevo, e ne ho ancora, un sacco! Ho provato ben quattro gel doccia: l’Erba del Vicino, Mediterraneo, Fate Voi e Nonlobevo. I primi due mi sono piaciuti mentre gli altri proprio no! In termini di profumazione intendo! Veramente fantastici. Gli altri due sono invece molto dolci, nauseanti proprio! E dire che sono una che regge bene i profumi dolci! L’erba del Vicino e Mediterraneo mi sono sembrati ottimi ma non mi piace la resa del gel doccia, se fossero solidi… Usata anche la vellutata Rosa di Smirne, una specie di crema-sapone con una consistenza simile a quella dei fun. È un prodotto molto particolare, mi è sembrato durevole, ma poco pratico da utilizzare. Mi è parso anche che lavasse bene, ma non mi ha fatta impazzire, il profumo di rose soprattutto! Avevo due campioncini del balsamo Dolce Metà, ne ho usato uno e mezzo, uno di questi giorni lo finisco così il mese prossimo vi dico come mi è sembrato. Per ora: gne!

E questo è tutto quello che ho svuotato questo mese! Sono molto contenta di essere riuscita a liberarmi di un po’ di campioncini, ne ho veramente tanti! Spero solo di riuscire a continuare così!


E voi avete come me difficoltà a consumare i campioncini? Siete riusciti a terminare qualche prodotto ultimamente?

venerdì 4 aprile 2014

Swatch take-away: Kiko life in Rio Limited Edition

Eccoci qui, è aprile e Kiko ci presenta l’edizione limitata estiva. Nei negozi iniziamo a trovarla in questi giorni, ma online è già disponibile da sabato se non sbaglio. Cosa si pensa di lei per ora: la noia! Ed effettivamente sì, è un po’ monotona. Fondotinta in crema, in polvere, bbcream e illuminante con filtro solare, terra, blush, pennello, ombretti, eyeliner, rossetti e smalti. È la classica collezione estiva. Prodotti e colorazioni simili a quelle degli anni passati. Secondo me non è poi un grosso problema, trovo brutto chiedere in ogni collezione uscita una novità rivoluzionaria. Sono una che preferisce poche novità ma buone (e possibilmente in linea permanente, sono una pigrona). Forse si potevano impegnare di più dal punto di vista cromatico, ma di questo parliamo prodotto per prodotto! Partiamo! Anzi, mi scuso per le foto non sempre eccelse, i colori sono fedeli e di questo alla fine sono contenta, ma se avessi potuto farle a favor di sole sarei stata più soddisfatta. Ho dovuto accontentarmi di una luce bianca.

Partiamo dai Creamy Touch Eyeshadow Duo! Dei matitoni ombretto doppi. Sono veramente cremosissimi! Mentre li provavo continuavo a pensare “ma come faranno a tenere sulla palpebra (termini specifici) se sono così morbidi? Col caldo poi! Nelle pieghette in tre minuti!”. Inizialmente non gli ho proprio dato due lire. In realtà questa sera mi sono portata gli swatch in doccia (loro e gli eyeliner) e ho fatto veramente fatica a togliermeli dalla mano! Ci ho fatto passare sopra tanta acqua e li ho strofinati un bel po’ col gel struccante di Bottega Verde. Alla fine li ho levati, ma avevo la pelle arrossata dallo sfregamento. Sono veramente resistenti una volta fissati, non me lo aspettavo! I colori, bah! Carino l’abbinamento 101, molto basic, può tornare utile come matita da borsetta per ogni evenienza. Terribile il 102: non mi piacciono i due colori insieme e la scrivenza è nettamente inferiore rispetto alle altre. Particolare la 104, inizialmente l’ho schifata per la scrivenza del colore sopra, lascia solo brillantini praticamente, e la tonalità di quella sotto. Riguardandola però credo che si possa ottenere un bell’effetto sovrapponendole. Da provare, amo l’abbinamento oro-rosa!

I Tropical Waterproof Eyeliner non li comprerei nemmeno sotto tortura! Ho penato per levarmeli dalla mano, soprattutto il blu, il verde ed il marrone! Gli ho fatto la doccia e li ho sfregati fortissimo sempre col sopracitato gel. Niente, continuando a sfregare se ne sono andati solo l’oro, il rosa e l’azzurro. Ho provato a struccarli con l’acqua micellare di Sephora ma non gli ha fatto neanche fresco. Alla fine mi sono messa a grattare col bifasico di Nivea e ho vinto la guerra. Non avrei il coraggio di mettermi negli occhi qualcosa di così resistente, poi mi scortico per struccarmi! Avventure a parte, la consistenza non mi è sembrata il massimo, era molto collosa e difficile da gestire! I colori sono tutti molto belli, a parte quel rosa che secondo me farebbe sembrare malato un po’ chiunque. Se cercate qualcosa di particolarmente resistente dategli un’occhiata!

Passiamo ai rossetti, cremosi ma non troppo, mi hanno dato l’idea di un prodotto confortevole e una volta fissati sembrano opacizzarsi leggermente (lo 01 soprattutto). I colori non sono niente di particolare, ma trovo che siano tutti apprezzabili. Lode e gloria, non c’è un nude color morto! Il più nude è lo 01, un rosa  che mi ricorda la matita Amore di Neve. Lo 02 e lo 03 sono tendenzialmente aranciati, quindi in linea con la stagione. Lo 06 e lo 04 sono quelli che mi piacciono meno, un rosa ed un rosso che non mi dicono niente. Sembra invece molto bello lo 05, un fuxia scuro, sono proprio curiosa di vederlo su labbra. Questi mi hanno fatto proprio una bella impressione!

Il meglio alla fine! Trovo che gli smalti siano i veri pezzi forti della collezione! Da una parte li vorrei snobbare perché non sembrano molto coprenti ed uniformi, ma quei glitterini e quei riflessi! La foto non mostra la loro vera luminosità: andate in negozio e provateli! Hanno in qualche modo la lucentezza degli olografici, sono veramente costruiti bene secondo me, soprattutto quelli con i glitterini in contrasto con la base. Certo, quegli azzurri così simili… Io ve lo dico, sono totalmente e perdutamente innamorata del 468. È bruttino e splendido allo stesso tempo, non avevo mai visto una tonalità simile (no la foto non rende assolutamente!). Appena becco una promozione lui è mio! Ma preferenze a parte, sono tutti molto belli, in spiaggia vi serviranno gli occhiali da sole per guardarvi le mani!

Insomma, questa non mi è sembrata una collezione eccelsa, fa belle proposte ma niente di irrinunciabile o di effettivamente introvabile al di fuori. Smalti a parte, quelli sono una chicca! Speriamo che Kiko si rifaccia in autunno!


E voi cosa ne pensate di queste LE? Ci avete visto qualcosa di interessante?

mercoledì 2 aprile 2014

Preview essence: viva Brasil Trend Edition

Oggi vi parlo di una Limited Edition di essence in uscita tra Maggio e Giugno. E la cosa mi imbarazza un po’ sinceramente, perché la trovo veramente orrenda! Sembra la collezioni di trucchi Barbie Malibù. E detto questo non ho più parole, solo immagini! Oggi vi parlo della LE viva Brasil.

Partiamo dai tre ombretti proposti: un verde, un rosa ed un viola carico. Satinati probabilmente. Mah, non mi piacciono! Quel punto di verde non mi fa impazzire, il viola non mi sembra male ma è un colore che su di me faccio fatica a vedere. Lasciamo perdere il rosa, con un ombretto di quella tonalità sembrerei strafatta! Vista la stagione ed il tema ci stanno i colori vivaci, ma questi proprio non mi convincono! Le numerazioni sono  01 everybody salsa, 02 1 <3 brasil e 03 ka-ka-karnival e costeranno 2,29€ l’uno.

Vengono riproposti i mascara colorati, sia per le ciglia che per i capelli! Ne abbiamo già parlato commentando i prodotti del nuovo rifornimento se non sbaglio, questa cosa del “sia per ciglia che per capelli” mi fa storcere non poco il naso! Sarà igienico? Sì, lo so che sono fissata con queste cose, ho il terrore che possa venirmi la congiuntivite! Ci penserei bene prima di usarli in entrambe le zone. In ogni caso, avendo una sorta di repulsione per i mascara colorati, il problema su di me non si pone. Le colorazioni proposte sono 01 everybody salsa, 02 1 <3 brasil e 03 ka-ka-karnival e riprendono pari pari le colorazioni degli ombretti. Ma quel verdino si noterà una volta sulle ciglia? Il colore più promettente mi sembra il viola. Questi costeranno 3,79€ l’uno.

Vengono proposti due lip balm. Uno fuxia ed uno rosso. Cavolo sono orrendi! Perché sono blu e verdi al centro? Sembrano proprio brutti! Ma non sarebbe stato più logico inserire dei gloss? Sono più estivi e probabilmente hanno anche la stessa pigmentazione. Proprio no! Sono i numeri 01 colour parade e 02 olá brasil! E costeranno 2,49€ l’uno.

La situazione migliora con i blush! Un bel rosa scuro ed un rosso carico, molto carini! Io non sono un’amante o una sfruttatrice di blush, ma spesso essence nelle LE tira fuori dei veri gioiellini! Loro sono i numeri 01 1<3 brasil e 02 destination: sao paulo! e costeranno 3,19€ l’uno.

Gne anche per gli smalti! Non sono male il rosa, il verde ed il giallo! Ma neanche il viola ed il blu scuro sono brutti, però trovo che questi ultimi un po’ stonino. Ci avrei visto bene altri due colori vivaci. Fantasie a parte, sono tutte tonalità carine, ma niente di rivoluzionario! Le numerazioni sono: 01 1<3 brasil, 02 everybody salsa, 03 ka-ka-karnival, 04 cool azul e 05 yeah, copacabana! e costeranno 1,99€ l’uno.

Glitter per unghie come se piovesse! Essence in questa collezione propone due set per nail art ciascuno contenente tre flaconcini di glitter colorati. Il primo mi sembra molto carino ed allegro, mentre il secondo mi sembra un po’ troppo cupo! Anzi, i glitter verde scuro e blu mi sanno molto di Natale! Sono leggermente perplessa! Le due proposte si chiamano 01 colour parade e 02 olá brasil! e costeranno 3,19€ l’una.

Passiamo agli accessori e guardiamo gli anellini decorabili. Tutte le mattine mi alzo pensando che quest’estate avrò bisogno di qualche anellino decorabile! Decorabili con lo smalto, sia chiaro, una passata di solvente e sono di nuovo come li vedete nell’immagine. Li trovo totalmente inutili! L’unica variante si chiama 01 we like to samba e costerà 2,49€.










Neanche questi braccialettini sono fondamentali, ma si può dire che sono graziosi. Di braccialetti simili in spiaggia se ne vedono veramente tanti, credo che abbiano fatto bene a proporli! In un unico pacchettino, 01 express your essence, trovate tre braccialettini uguali in rosa, verde e giallo e costerà 1,89€.




E questo è quanto! Vedere una LE del genere dopo l’abbagliante successo della Bloom Me Up è decisamente una delusione! Spero che si riprendano e spero di non imbattermi in questa collezione: non comprerei niente!

E a voi come sembra questa LE? Vi ispira qualcosa?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.