Google+

mercoledì 5 marzo 2014

Out of Mind #9, Gennaio-Febbraio 2014

Come sicuramente non avevate notato, il mese scorso non c’è stato l’Out of Mind, il programma smaltimento prodotti, perché mi vergognavo follemente a mostrarvi solo tre prodotti. E per tre prodotti intendo mezza saponetta, uno smalto travasato ed un campioncino. Sarebbe stato bruttissimo, nonché inutile, quindi ho deciso di fondere due mesi insieme. Sì, avevo veramente tanta roba agli sgoccioli! Guardiamo cos’ho finito!

Il Sapone d’Aleppo de I Provenzali. Abbiamo finito una saponetta e madre ne ha già rimessa un’altra in doccia, quindi prossimamente ne parlerò. Per il momento non mi fa impazzire, mi secca la pelle ed ho il viso pieno di macchioline e brufoletti. Ho qualche sospetto che sia colpa sua ed il fatto che madre affermi che può essere normale che mi faccia quest’effetto all’inizio (perché purifica), non fa che avvalorare la mia tesi. Non so, la uso ancora un po’ e se la situazione non migliora lo abbandono.

Tra i prodotti di cui vi ho già parlato ho terminato la Mousse detergente all’Aloe di Bottega Verde, il sapone extra dolce alla mela verde de I Provenzali, i campioncini di shampoo e balsamo alla lavanda ed eucalipto di Alkemilla, il solvente per smalto senza acetone di Parisienne, il sapone Voglio la Luna di Lush lo shampoo alla camomilla di Shultz (mancante) ed  il sapone all’Argan de I Provenzali (mancante anche lui). Dalle recensioni ad adesso le mie opinioni su di loro non sono cambiate. Anzi, vi segnalo che l’”utilissimo” detergente viso di Bottega Verde è scaduto, da un giorno all’altro ha iniziato a puzzare. Questo mi ha dato un ottimo pretesto per buttarlo, ho giusto tenuto la confezione perché mi sembra molto solida e potrebbe tornarmi utile in futuro.

Terminato finalmente il balsamo labbra vegetale all’olio diArgan de I Provenzali! Puzzava così tanto che sulle labbra non riuscivo a portarlo, quindi l’ho riciclato come stick idratante per i punti particolarmente secchi. L’ho usato sui gomiti, angoli delle dita delle mani, piedi e per ammorbidire le cuticole. Penso che comporrò un post sul riciclo dei prodotti!

Terminata anche la crema fluida corpo all’Olio di Mandorle de L’Erboristica. Non l’ho usata abbastanza da farci una recensione vera e propria, mi sono proprio concentrata su un altro prodotto per il corpo quest’inverno. L’inci non è male, ma non è una crema molto idratante. Se un giorno avevo la pelle molto secca (perché io una via di mezzo non ce l’ho), la andava sì ad idratare, ma non abbastanza da sistemarmela, la sera dopo avrei dovuto riapplicarla, ma in quei casi la mia pellaccia snob si rifiuta di assorbirla. Non fa proprio per me, mi è sembrata una di quelle creme che devi applicare tutti i santi giorni, ma la mia pelle questo non lo tollera purtroppo.

Terminati i cerottini per i punti neri, sia quelli di essence che quelli della Nivea. Purtroppo questi prodotti ultimamente su di me non funzionano molto. O meglio, quelli Nivea sono pessimi, non hanno mai dato gran risultati e non mi piace nemmeno la loro forma. Quelli essence solitamente mi toglievano abbastanza roba, ultimamente però molto meno, non so se è un problema mio o se sia cambiata la formulazione. In compenso mi lasciano il nasino bello liscio!

Infine, due falsi finiti. La boccetta di smalto che vedete apparteneva alla mia cara Stronger Base Coat di Rimmel, ce n’era pochissimo dentro ed il pennellino faticava ad arrivarci, così ho aspettato di consumare un po’ la boccetta nuova per poi travasarci dentro la vecchia. Il pennellino è diventato arancione perché ci ho paciugato con il pigmento di essence! Ultima, la crema mani al karitè de I Provenzali. Come crema mani è impossibile da utilizzare. Meglio come crema piedi, mi seccava molto bene i calli (che principessa!), ma ci impiegava mezza giornata ad assorbirsi! Avete presente quanto sia brutta la sensazione di avere i piedi unticci?? Tremenda! L’ho usata parecchio, ma mi ha letteralmente esasperata! C’è ancora poco prodotto all’interno, ma la butto perchè in vista dell’estate i miei piedini da fata hanno bisogno di cure serie (tipo una fresa industriale).

E questi sono tutti i miei prodotti smaltiti in questi primi due mesi! Diciamo che a febbraio ho recuperato bene!

E voi siete riusciti a smaltire qualche prodotto? Come? 

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.