Google+

sabato 7 dicembre 2013

Come sopravvivere ai regali di natale – Beauty

Mi piace quest’atmosfera di panico da regalo di Natale! Adoro pensare all’acquisto perfetto per una certa persona, magari risparmiandoci qualcosa ed evitando il problema dell’incartamento regali. Io in generale ho abbastanza fiuto (salvo eccezioni), ma so che non per tutti vale questa cosa. Questa non vuole essere una wishlist (anzi!!!), ma cerca di essere una serie di consigli a caso su come strutturare un regalo se siete disperatissimi. Per comodità sviscererò la cosa in tre post diversi: beauty, abbigliamento e oggettini a caso. Per ordine e per evitare di scrivere un post enciclopedico. Ed infine, sì, sono tutti spunti dedicati alle femminucce. La terza parte cercherò di costruirla nel modo più unisex possibile, ma per quanto riguarda i primi due settori non vi so proprio aiutare: non conosco maschietti che curano tanto aspetto ed abbigliamento!

Tutti i regali si dividono in due grandi famiglie: i regali utili ed i regali sfiziosi. Spesso alcune cose utili possono essere considerate anche sfiziose, ma secondo me l’utilità prevale sul resto, e comunque, a Natale ci sta tutto!

Secondo me, se non sapete minimamente che pesci pigliare, l’ideale è andare a fare un giro per negozi con il destinatario del regalo. Si passeggia, si parla e magari si fanno domandine qua e là per capire cosa può piacere. Cose del tipo “vedi che bella quella cosa!” e poi valutare la risposta. In genere così si cava il ragno dal buco. Se poi non si ha la possibilità di andare “a fare shopping” è  più difficile, a quel punto mi butterei sul regalo utile, che verrà quasi sicuramente utilizzato: meglio un regalo poco chiassoso che uno campato per aria.

Ma io sto diventando logorroica quindi guardiamo qualche immagine! Sotto le feste vengono proposti un sacco di kit. Praticamente chiunque li fa ormai! Ci sono quelli con soli prodotti di makeup…
(esempi presi da Sephora, Kiko e Bottega Verde)

… E quelli con soli prodotti per la cura del corpo, magari associati ad altri oggettini…
 
 (esempi presi daLush, Bottega Verde, Sephora e BioAlchemilla)

Questi sono solo esempi a caso, in giro si trovano veramente set per tutti i gusti, con prodotti diversi, per ogni fascia di prezzo e con inci più o meno buoni. Alcuni poi (vedi Lush, Bottega Verde o anche quelli de I Provenzali di cui vi ho già parlato QUI) propongono pacchettini veramente carini ben curati, cose che l’individuo medio nemmeno si sogna di fare, ed anche questo è un bel punto a favore secondo me! 

Io personalmente non amo particolarmente questi set. O meglio, alcuni sì, ma quando li scelgo di solito è perché hanno un prezzo conveniente rispetto ai vari prodotti separati. No, i pacchetti regalo non sono sempre più convenienti rispetto ai singoli, lo so che è una cosa fuori dal mondo, ma se andate alla Lush pagate i prodotti più la confezione. Sì, come nel 1850. Il tipo che si pensa queste genialate dev’essere veramente scaltro come una faina! Quindi state anche attenti a cosa vi conviene di più, che di questi tempi, non fa male!

Io preferisco di gran lunga comporre i regali, spesso con elementi che ho provato e con cui mi sono trovata bene. Prendo una cosa qui, una lì, una là, metto tutto insieme dentro una bustina, mega fiocco e fatto il regalo. Ecco qualche esempio!

Per le pelli secche secchissime!

Tutti conosciamo qualcuno che si lamenta tutto l’inverno della sua pelle, è un problema abbastanza diffuso. Io in un caso analogo sceglierei questi prodotti. Il sapone de I Provenzali, se mi seguite lo sapete, è meraviglioso, mi sembra molto adatto al caso.  Anche il sapone Biancaneve di Lush mi sembra adatto, ma l’altro ha quel che in più… Meravigliosa la crema mani Gurugù, sempre di Lush. È una crema mani molto versatile, su di me (e su chiunque io l’abbia fatta provare) cura anche tutti i problemi di secchezza. L’ho pure messa sulle punte secche dei capelli! È fantastica! Infine è fondamentale uno stick labbra, qui ho messo quello all’Olio di Oliva di Bottega Verde che è enormemente idratante, ma la gamma dei candidati è molto ampia! Ho evitato di inserire creme perché deduco che una persona con una pelle molto secca abbia già una crema di fiducia ed un po’ perché, ancora orfana dalla Bioecologica messa fuori produzione da Bottega Verde, non c’è nessuna crema corpo che mi sentirei di regalare.

Per le fissate con le unghie!

Rimmel London Stronger Base Coat + smalti colorati a caso + Topper essence
In questo caso conoscere i gusti di chi riceve il regalo è fondamentale, perché ci sono dei colori da scegliere! Con lo smalto base rinforzante andate sul sicuro, è una cosa che viene usata sempre, quindi prima o poi lo utilizzerà! Per i topper il discorso è simile: prima o poi dovrà correggere lo smalto alla velocità della luce e nascondere gli eventuali difetti sotto una passata di glitter. Per i colori sta a voi decidere, guardate cosa usa di più e abbiate un po’ di buon senso. Se la vostra amica usa prevalentemente rosa e rosso, magari lo smalto verde non le piace. Andate ad occhio, che tanto in giro ne trovate di tutti i colori e prezzi!

Per quella sempre di fretta!

Undressed di MUA + Long Lasting Eyeshadow di Kiko + balsamo labbra colorato
*musichetta di SuperQuark* L’amica sempre di fretta, è quell’esemplare di donnina che gira come una trottola tutto il giorno e che spesso, causa fretta e stress, tende a sputare veleno su tutto e tutti. Per questo esemplare opterei per una palette di ombretti sui toni naturali, perché la mattina è molto più semplice spiaccicarsi in modo decente un marroncino che un blu. Qui ho citato la Undressed di MUA, perché ho quella e mi ci trovo bene, ma le opzioni sono quasi infinite (Au Naturel, Nude Tude, Elegantissimi, Naked1, Naked2, Naked3, Naked basics, ecc ecc). Un altro prodotto veloce da usare può essere un Long Lasting Stick Eyeshadow di Kiko. Sono pratici! Non hanno bisogno di primer, puoi metterli sia come eyeliner che come ombretto a tutta palpebra e durano tutto il giorno. Qua si può anche osare un colore direi! Infine un balsamo labbra colorato, è veloce da mettere perché non serve essere particolarmente precise come per esempio con un rossetto. La durata è infima, è praticamente un burrocacao, ma almeno avrete le labbra idratate. Dove lo trovo un prodotti del genere? Ovunque! Ci sono i Kiss Balm di Kiko, i Babylips di Maybelline, i Chubby Stick di Clinique,… Perché non un rossetto? Non un rossetto perché 1 ci vuole precisione per applicarlo 2 metti che stai sputando acido contro la tua collega ignorante, se ti si sbava il rossetto non fa bello!

La schizzata amante dei colori!

Palette di ombretti iper colorata + qualcosa colorato a random
Il termine “schizzata” deriva dal fatto che ho in mente una persona in particolare che mi fa da transfer per tutte le altre amanti dei colori. Ovviamente ci sono vari livelli, io ho come riferimento il livello più estremo. Schizzati amanti dei colori, secondo me, si nasce e per questo trovo importante assecondare quest’abitudine! Consiglio una palette composta da ombretti coloratissimi e qui, forse anche di più rispetto alle palette nude, le possibilità sono infinite, adatte a tutti i gusti ed a tutte le tasche, dalla Vice 2 alla i-Candy di Sleek, la Intensissimi di Neve, la Popastic di MUA, ecc ecc. Perché propongo sempre palette? Perché sono più semplici da scegliere degli ombretti mono, sono più complete e solitamente vi convengono anche come prezzo. Definisco “qualcosa di colorato a random”, varia da persona a persona, ci sono quelle che amano i rossetti forti e quelle che hanno solo gloss, o quelle a cui piacciono i mascara colorati o gli eyeliner colorati. Varia da persona a persona, osservate come si trucca e decidete. Se proprio non sapete dove sbattere la testa potete buttarvi su dei beauty colorati (all’OVS ce ne sono tantissimi!) o dei set di pennelli sempre colorati (come quelli della Shaka). Insomma, buttatevi sul colore!

Lushizzati anche tu!
 
Il regalo “Lushizzati anche tu!” nasce dal fatto che Lush da me ha aperto da poco più di un anno, ed infatti il Natale scorso questa è stata l’opzione che è andata per la maggiore. Secondo me i prodotti più significativi del marchio sono i saponi, sono particolari e salvo eccezioni (Igloo, Il Signore dei Granelli…) mi ci trovo sempre bene. quelli elencati qui sopra secondo me sono i più “evocativi” e prendendoli tutti nel formato 100 g formo un bel set di assaggini. Solitamente non prendo in considerazione i prodotti in edizione limitata perché preferisco regalare qualcosa che sia sempre reperibile, altrimenti potrei includere anche altri saponi come Biancaneve o Voglio la Luna. Ultimamente mi sto ricredendo un po’ su questa mia priorità ai saponi in favore della crema mani Gurugù, ma credo che per quest’anno resterò fedele al mio dogma.

Ovviamente tutti questi miei “pacchettini caserecci” possono comprendere anche elementi non beauty, ma questo è a vostra discrezione personale. Fatevi guidare dal buonsenso e se non vi sentite a vostro agio a regalare qualcosa evitate (molti non amano regalare sapone per esempio). 

Maschietti, dico a voi! Evitate di regalare fondotinta o correttori a meno che non vi siano stati ESPLICITAMENTE richiesti. Non è educato a meno che non vogliate farvi mollare dalla morosa entro Capodanno (True Story!). 

E per quanto riguarda il settore beauty questo è quanto direi! Post infinito (più per me che per voi credetemi) ma spero di arrivare il più presto possibile con qualche consiglio per i regali riguardante l’abbigliamento e gli oggettini a caso.

Intanto ditemi cosa ne pensate di questo? Consigli? Suggerimenti? Richieste? Insulti?

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.