Google+

lunedì 23 settembre 2013

Lush emotional brilliance: Convinzione


Continua la saga del “le prime impressioni non durano seimesi” (9 in questo caso). Oggi vi parlo di un prodotto che non mi è piaciuto, vi farò una testa così col rapporto qualità-prezzo e, vista la giornata, il tutto sarà condito un po’ di acidità random. Oggi vi parlo del rossetto liquido Convinzione,della linea Emotional Brilliance di Lush.

Iniziamo dicendo che questo prodotto è scaduto quattro giorni fa, il 19 settembre. Più o meno tutto di Lush ha una scadenza breve perché l’azienda ha scelto di non utilizzare conservanti chimici o altri prodotti potenzialmente dannosi. È giusto. Il problema, cara Lush, è che non tutti i prodotti possono essere utilizzati in tempi brevi. 5 grammi di rossetto in un anno non li finisco neanche se lo metto tutti i giorni tre volte al giorno. Perché il PAO del prodotto dura esattamente un 14 mesi: Caroline l’ha fatto  il 19 luglio 2012 e io lo devo finire entro il 19 settembre 2013. La scadenza non dipende dal momento di apertura, ma dal momento di produzione. È proprio una cosa fuori dal mondo, ma io come sempre, me ne fregherò bellamente della scadenza e continuerò ad utilizzarlo finchè non cambierà colore e/o odore.

Continuiamo dicendo che il prezzo pieno del prodotto è di 17,95 euro. Praticamente un rossetto Mac. Io solitamente giustifico i prezzi Lush pensando agli ingredienti, alla qualità delle materie prime, ecc, ecc… Una blanda giustificazione effettivamente, secondo me ce se la può tirare anche meno perché di questi tempi non basta la commessa gentile per vendere (figurati se poi ti capita la str… simpaticona, la simpaticona che ho beccato io mesi e mesi or sono). In questo caso però il prezzo è totalmente campato in aria! Vi riporto l’inci: Olio di Jojoba biologico (Simmondsia chinensis), Cera candelilla (Euphorbia cerifera), Diossido di titanio (Titanium Dioxide), Cera di rosa (Rosa damascena), Mica, Ossido di stagno (Tin Oxide), Colour 73360 (Colour 73360). 7 ingredienti + packaging = 17,95 euro. Seri? Sì, l’olio di Jojoba se puro costa, ma quai 20 euro? Per meno di 5 grammi? Seri? 

Appunto sul packaging: in moltissimi se ne sono lamentati, ma io non sono d’accordo. Trovo che la boccettina sia veramente, veramente adorabile! Forse non è il massimo della praticità, ma è un oggettino così carino! Trovo carina anche l’etichetta attaccata che riporta il nome del prodotto, peccato che il laccetto di plastica si sia irrigidito. 

Passiamo al prodotto! È un bellissimo rosa freddo un po’ fluo. È veramente molto pigmentato, ma tuttavia si riesce a modulare leggermente l’effetto finale. Io quando voglio evitare l’effetto “giubbotto catarifrangente” lo applico semplicemente nel labbro inferiore e poi “imprimo” il prodotto anche in quello superiore. Smorzo un po’ il colore, anzi, forse così mi piace pure di più! Perché non c’è uno swatch su pelle? Perché in 1000 tentativi la mia macchinetta non ha mai immortalato il colore giusto, ma non preoccupatevi, ho altri swatch per mostrarvi il colore. (se riesco nell’impresa aggiorno il post!)

Ma dopo la mia filippica sul rapporto qualità prezzo voi vorrete sapere come rende. Avete ragione. Questo rossetto liquido dura una vita se non ci mangiate. Io quasi non mi accorgo di averlo normalmente perché è molto  leggero. Su di me regge bene anche quando bevo, ma questa è una cosa molto relativa visto che bevo pochissimo. Però non sopravvive ad un pasto neanche per sbaglio. Forse si salva il contorno labbra, ma non è sicuro neanche quello.

Ho notato un’altra cosa. Ho sentito di ragazze che hanno rotto l’anima al servizio clienti per poter restituire uno di questi prodotti perché dalla boccetta si notava che era un po’ secco. Anche il mio ha questo “difetto”, nella stesura si nota appena. Io sinceramente non la vedo come una cosa negativa perché il prodotto è comunque fluido e perché mi preoccuperebbe sapere che è più liquido di così. Trovo che ci metta un po’ a fissarsi, non so di preciso quanto perché, come ho detto prima, dopo un po’ mi dimentico di averlo, ma secondo me si imprime in giro troppo facilmente per almeno la prima oretta. Infatti spesso me lo trascino al di fuori delle labbra da sola muovendole. Questo è l’unico modo per veder vagare il rossetto, ed è pure colpa mia! Insomma, non mi piace tanto questa cosa, ma il fatto che sia un po’ secco mi da l’impressione che potrebbe andarmi peggio. Se poi avete voglia di darvi alle tragedie fate pure. :)

Secondo Lush questo prodotto dovrebbe idratare le labbra e lasciarle morbide. Effettivamente, essendo a base di olio di Jojoba dovrebbe… No!  “Effettivamente” niente, non lo fa. Certo non secca le labbra, però neanche si impegna a migliorarle. Anzi, d’inverno, quando io sono disidratata e ho le labbra particolarmente delicate, me le fa un po’ tirare. Non è proprio colpa sua, ma questo è per spiegare che non è decisamente idratante!

Come vedete nella foto in alto, questi prodotti vengono venduti insieme ad altri tre applicatori (che immagino si possano montare e smontare sul tappo) perché tecnicamente questo è un prodotto multiuso. Ho deciso di prendere spunto dal post di Chiara/GoldenVi0let su Determinazione per mostrarvi questo prodotto in tutte le sue possibili vesti (<- sarcasmo). Questa sui vari utilizzi non è una vera recensione, è solo una dimostrazione. Anche perché il colore è un po’ proibitivo!

Può essere usato come mascara. Lo scovolino che ti danno è abbastanza carino e dopo averlo intinto nel rossetto non verrà mai più pulito come prima. Fidatevi: provo a lavarlo da mesi! Ho provato ad applicarlo sia sulle ciglia “nude” che su un mascara nero (l’orribile, orribile multi actiondi essence). Visto così lo preferisco nella prima versione, ma penso che tutto cambierebbe usando un mascara migliore. Tralasciando il fatto che trovo abominevoli i mascara colorati, mi piacicchia l’effetto french, cioè il tocco di colore solo sulle punte. Secondo me non fa presa benissimo benissimo però perché sbattendo le ciglia tende a stamparsi dove capita. Insomma, non trovo adattissima la formulazione, ma per una volta ogni tanto, con le giuste precauzioni, potrebbe essere sfruttabile secondo me.

L’ho provato come eyeliner, ma lo trovo veramente un colore impossibile da portare sugli occhi. Mi da l’aspetto di una che si è presa una malattia strana e che diventerà uno zombie nel giro di tre giorni. In ogni caso vi presento la linea di eyeliner peggio fatta del mondo: sapete che non sono in grado. Pensavo che il pennellino rigido mi aiutasse nell’operazione, ma non è stato così. Anzi! È troppo rigido e troppo appuntito, non è come le punte in feltro, fa proprio male! Vi giuro che di tre volte che provato questo è il meglio che è uscito e non ho intenzione di compiere altri tentativi (il perfido pennellino potrei affidarlo a madre per le sue “nail art”). In ogni caso, sempre per il tempo che impiega a fissarsi, non è un gran eyeliner, si imprime sulla palpebra fissa e non è carino.
 
È utilizzabile anche come ombretto, ed in questo momento sto pensando che potevo vedere se riuscivo a sfumarlo. Mi sa che sopravvaluto le mie capacità! In ogni caso, no per il colore: fa molto “trasformazione zombie giorno 2”. Qui il problema dei tempi di asciugatura si amplifica enormemente perché essendo liquido fa di tutto: si muove, si imprime in giro, si spieghetta… un’apocalisse! Forse una brava con i pennelli riuscirebbe a gestirlo ed a farlo stare, ma non ne sono troppo sicura. E tornando al discorso dello swatch: il prodotto ha esattamente il colore che vedete sulla palpebra!

Infine può essere utilizzato come blush. È il suo secondo uso più dignitoso secondo me, perché basta saperlo sfumare con cura ed evitare l’effetto Heidi. È solo una mia teoria, perché io prodotti per le guance non ne uso praticamente, ma credo che abbia le carte in regola per essere un blush a prova di bomba vista la resistenza su labbra!

Insomma, il colore è bello e se non lo stresso troppo tiene bene, ma non è un rossetto da quasi 18 euro. Ho rossetti anche da meno di due euro che rendono molto meglio! Inoltre il fatto che ci metta un bel po’ a fissarsi completamente è un po’ fastidioso. Vi posso consigliare uno di questi prodotti se li trovate al 50% come ai saldi di gennaio e se vi fa proprio impazzire il colore. Se dovessi spendere quei soldi per un altro rossetto andrei da MAC, ma questa è pornografia per rossettare!

Post infinito, chiudo qui! Cosa ne pensate? Li avete provati anche voi?

2 commenti:

  1. Ma ciao convinta Linda :3
    Io mi sono dimenticata di fare le prove con determinazione versione mascara (che per la cronaca puzza come una carogna -_-) ...d'oh!XD
    Questo rossetto mi piace *_* però come eyeliner hai ragione, non è un colore che mi fa impazzire T_T

    RispondiElimina
  2. ho omesso il discorso sull'odore perchè sennò tanto valeva che ci scrivevo un libro... però non è particolarmente fastidioso (leggi "persistente")... mi stai facendo sorgere il dubbio che abbia già cambiato odore... quando vado in negozio controllo! *panicopanico*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.