Google+

mercoledì 18 settembre 2013

Kiko Kiss Balm n°03, Tutti Frutti


Oggi vi parlo di un prodotto Kiko che sinceramente non so se sia ancora reperibile. Forse era in edizione limitata estiva, o forse lo riproporranno l’anno prossimo. Appena usciti sembravano la scoperta del secolo e tutte ne parlavano, poi la curiosità si è pian piano placata (è bastato uno sguardo all’inci probabilmente). ->QUI<- il post con gli swatch e le prime impressioni di tutta la linea. Oggi parliamo di uno dei Kiss balm di Kiko, più precisamente lo n°03, tutti frutti.

Dicevamo che tutti ne hanno parlato, ma io sinceramente non mi sono mai sentita troppo presa da questi prodotti specifici. Probabilmente perché ho già un balsamo labbra colorato di cui mi fido. Ed inoltre questi vantavano delle mirabolanti profumazioni fruttate e questa è una caratteristica che un po’ mi intimorisce a volte: odio l’effetto “sento il sapore del prodotto labbra in bocca”. Poi ho visto l’inci, ma di questo parliamone dopo. Però a madre sono piaciuti subito e ha deciso di prendere questo. Io da brava figlioletta glielo scrocco. :)

Diciamo subito che non è un gloss: è un balsamo labbra. Ha un effetto glossato, ma questo è un altro paio di maniche. Ed ha una protezione SPF 15, cosa buona e giusta in estate. Ha un bel colore rosa intenso, ma la coprenza e l’effetto sulle labbra cambia molto da persona a persona. Per esempio su madre, che ha le labbra pallidine, fa quasi un effetto glos-rossetto, mentre su di me che le ho più scure sembra quasi incolore: sì, dà loro un tocco più rosato, ma niente di chè. In ogni caso l’effetto è carino.

Il profumo è assolutamente meraviglioso: il migliore della linea! Non saprei proprio definirlo però. È decisamente fruttato e dolce, ma non è riconducibile ad un frutto solo. È letteralmente un tutti frutti! E la cosa che più mi piace è che non ne sento il sapore. Mai! Solo il profumo.

Credo proprio che non possiamo parlare di durata. È un balsamo labbra, resta fino all’assorbimento se si parla o non si fa niente di particolare, ma se mangiate o bevete non ha speranze.

Adesso dovrei dirvi se idrata, ma prima vi voglio far veder l’inci. Terribile! Prima posizione il petrolatum, seconda il burro di Karitè. Sarò sincera: non mi aspettavo che la Kiko ricorresse al burro di Karitè, in parte sono colpita. Ma questa cosa è composta per la maggior parte da petrolatum (e poco più avanti c’è un paraffinum liquidum, che non è molto meglio). Praticamente è come la pellicola da cucina. Tenetevi stretta quest’immagine.

Penso che questo prodotto più che idratare le labbra le protegga. È come se facesse strato (come la pellicola appunto) e trattenesse l’umidità della zona. Non sono sicura di essermi spiegata. Avete presente quell’esperimento che si faceva da piccoli in cui si metteva una mano in un sacchetto trasparente e si aspettava che si appannasse? Stesso principio. Lascia le labbra morbide e levigate, ma non credo che agisca direttamente il prodotto. Anche perché spesso mi capita che le varie pellicine che si formano non vengano ammorbidite dal balsamo, ma semplicemente finiscono con lo staccarsi.

In conclusione, è un prodotto che non mi ha fatto impazzire perché non idrata come voglio io. Sarebbe un prodotto veramente carino per l’estate (d’inverno dubito riuscirebbe nel suo scopo), ma trovo che la formulazione sia veramente da rivedere.

E voi avete provato questi prodotti? Cosa ne pensate?

4 commenti:

  1. Non l'ho mai provato, ma sinceramente non mi attira più di tanto...
    Makeup in Corso

    RispondiElimina
  2. non sono niente di chè alla fine dei conti...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.