Google+

venerdì 31 maggio 2013

Rossetto miss Pupa n°501

Porto troppi rossetti e non ve ne parlo mai! Ma sarà un’ingiustizia? Giuro: come proposito per il mese di giugno smaltisco qualche rossetto! E inizio oggi, parlandovi di uno di quelli della linea miss Pupa, più precisamente il numero 501.
 
 Il colore è un sacco bello, si tratta di un rosa bello intenso che sulle labbra risulta appena appena glossato. È molto comodo sia da applicare che da portare perché è molto morbido e scorrevole e questo fa sì che sia anche abbastanza idratante. Non è come certi rossetti che ti durano mezza giornata e ti seccano le labbra.  È più sul genere di quelli che ti lasciano le labbra morbide (forse andando anche ad idratarle un pochino), ma che non dura poi tantissimo. Su di me regge bene finchè non mangio: è l’unica cosa che lo abbatte definitivamente e pure in poco tempo. Per tutto il resto non ci sono problemi, ma dovete anche tener conto che io sono una che non beve praticamente mai durante il giorno: se avete la (ottima) abitudine di bere spesso forse avrete bisogno di qualche ritocco ogni tanto. 

 
È un colore che secondo me può star bene a tutte e su ogni trucco. Per i miei standard questo è piuttosto sobrio quindi io lo uso quando voglio passare inosservata o quando carico di più gli occhi, le mie labbra sono già abbastanza scure di loro quindi non ci vedo troppa differenza. Forse su una ragazza più pallida e con le labbra più chiare delle mie risalta molto di più, ma comunque la trovo una tonalità molto portabile e versatile.

Insomma, mi piace molto questo rossetto, mi ha salvata in molte occasioni in cui non avrei potuto usare un colore più stravagante o d’inverno quando le mie labbra erano secchissime. Inoltre ho letto che ha anche un SPF 15, che, se mai dovesse arrivare l’estate, fa sempre comodo.

E voi avete mai provato uno di questi rossetti? Come vi ci siete trovati?

mercoledì 29 maggio 2013

Lush: Aurora Boreale



Scommetto che sentivate la mancanza delle recensioni sui saponi! Ma oggi ne arriva un’altra, di un sapone Lush precisamente. Il massimo insomma (:P): oggi parliamo di Aurora Boreale, uno dei prodotti usciti a Natale in edizione limitata.
 
Intanto bisogna dire che è un prodotto fighissimo, tutto colorato con colori fluo: guardandolo non mi viene in mente esattamente l’aurora, ma è sicuramente memorabile. Non mi è piaciuto invece il profumo, mi sa un po’ troppo “da profumeria” e lo trovo molto fastidioso.

Questo non è un sapone idratante ma fortunatamente non va a seccare la pelle (come faceva Igloo). Di lui due cose mi hanno sorpresa in particolare: la durata e l’effetto lavante. 

I 100 g che vedete anche in foto mi sono durati tre settimane! Mia madre si è addirittura stufata di usarlo ad un certo punto. Credo che sia uno dei prodotti più durevoli di Lush.

Lava veramente tanto e a fondo! Non tanto come il sapone all’Argan, addirittura di più! Forse è un po’ esagerato, su di me non ha sortito effetti, ma magari a qualcuno con la pelle più sensibile può dar fastidio. In tal caso forse è meglio alternare questo prodotto con uno un po’ più delicato.

L’inci purtroppo non riesco a recuperarlo, ma se dovessi trovarlo in futuro prometto che aggiornerò il post :).

Insomma, se non avete la pelle sensibile o delicata vi consiglio proprio questo prodotto (credo proprio che rispunterà prima o poi) perché funziona molto bene, ma soprattutto perché dura moltissimo… è una specie di investimento a lungo termine insomma :)

E voi avete mai provato questo prodotto? Vi ha creato problemi?

martedì 28 maggio 2013

Prodotti ricevuti da Desideri Magazine



È più di un anno ormai che bazzico in giro per la rete alla ricerca di siti o panel per sondaggi o campagne promozionali che mi permettano di guadagnare buoni per la spesa (ma quest’ultima è una cosa abbastanza complicata) o prodotti da provare. Quando ho iniziato le mie ricerche le possibilità erano poche e molto approssimative, ma ultimamente questo genere di servizi sta aumentando anzi, le aziende stesse si stanno organizzando per promuovere in questo modo i loro prodotti. Secondo me è geniale.

Comunque, oggi vi dico un paio di cose sul sito Desideri Magazine, quasi interamente dedicato alla P&G. È un angolo di web che secondo me è fatto molto bene perché non solo da la possibilità di partecipare a diverse campagne e di stampare numerosi buoni sconto, ma ha anche una serie di rubriche che elargiscono consigli sugli argomenti più vari, dalla cucina alla moda passando per bellezza e arredamento. Il modo in cui è strutturato mi piace molto insomma, solo mi farebbe piacere vedere più sondaggi, come fa la Mulino Bianco per esempio.

In ogni caso qualche mese fa sono riuscita ad infilarmi in una campagna, più precisamente quella sulle monodosi Dash, Ace e Fairy e oggi finalmente mi è arrivato il pacco. Applauso a Poste Italiane per l’efficienza e la rapidità! Manca la capsulina del prodotto Ace, ma poco male, forse avevano esaurito le scorte: ricordo che è stata una campagna abbastanza lunga. 

Come potete vedere ogni campioncino è accompagnato da una specie di foglietto illustrativo che spiega la modalità di azione del prodotto e soprattutto l’importanza della soluzione monodose, perfetta per evitare gli sprechi. Perfetta per me soprattutto! A voi capita mai di far uscire troppo prodotto dal flacone del detersivo? A me sempre! :s

So che non centra niente, ma visto che stiamo parlando di campagne e di concorsi ve lo accenno lo stesso: magari vi torna utile. La Veet ha ri-aperto il concorso strappa e vinci, quindi, fino al 27 Dicembre, ogni Venerdì potrete strappare la striscia qui e 5 fortunati vinceranno dei prodotti Veet.

Ok è un post confusionario e forse poco utile, ma compatitemi: sto risentendo di tutti i malanni che questa stagione di… stranezze può portare. Ringrazio l’asilo di mia sorella per la specie di virus intestinale che mi ha colpita domenica e pregate quello che volete affinché quella che sento non sia tonsillite, ma soprattutto auguratemi che non mi venga l’otite perché sennò è la fine. Detto questo mi infilo i calzettoni ed il cappellino da notte e mi vado a nascondere sotto le mie adorate 4 coperte! 

*nonna style ON*

Statemi bene e se vincete o ricevete qualcosa fatemelo sapere! :D

L’Oreal cipria Accord Perfect

Oggi parliamo di un prodotto che ho ed uso da tempo immemore ormai, ovvero la cipria di L’Oreal, Accord Perfect nella numerazione D5, golden sand. Premetto che non ho fatto nessuno swatch, ogni tanto mi capita di vedere in giro gli swatch di qualche cipria, ma sono inutili nel 99% delle volte perché non si vede niente.

Questo prodotto è veramente infinito! È l’unico prodotto per il viso che uso tutto l’anno: d’inverno come cipria e d’estate come “fontotinta”, e nonostante tutto si deve ancora consumare il disegno. Adesso, ho capito che non mi trucco tutti i giorni, però quanto lo faccio tendo ad abbondare perché pretendo sempre un effetto morbido e vellutato. È un prodotto tendenzialmente polveroso e spesso devo stare attenta perché rischio di applicare troppo prodotto, ottenendo così un effetto sgradevole. Inoltre il packaging contiene una spugnetta, che personalmente ho solo usato un paio di volte, e l’ho trovata molto, ma molto scomoda. Ma probabilmente sono io che non la so usare. 

Apriamo una parentesi. Vi chiederete che ci fa l’elastico viola vicino al prodotto nella prima foto. Ebbene, lui è parte integrante del packaging perché ho sfasciato il cardine che apre i chiude lo sportellino. Ho fatto prima a rompere la confezione che a finire la cipria… io! È proprio una cosa senza precedenti! Per essere sicura che il prodotto non mi si apra a tradimento tengo fermi i pezzi con l’elastico. Pazzesco!

Come cipria mi piace abbastanza. Fa abbastanza bene il suo lavoro, dipende molto da cosa ci metto sotto, se è una base cremosa più quest’ultima è “unta” più devo abbondare con il prodotto. È una cosa abbastanza normale in realtà, ma mi da fastidio dover usare più prodotto del normale. La mia pelle è normale, non è ne grassa ne secca, quindi non ho mai riscontrato problemi come “attacchi di lucidità” o problemi di secchezza. So solo che dura parecchio e fissa bene tutto quello che applico, dalla crema colorata al correttore. Anzi, il correttore sopra ogni altra cosa, ha una durata nettamente superiore se fissato con questa cipria.

Come vi ho già detto, d’estate uso questo prodotto un po’ come se fosse un fondotinta, e anche la confezione lo definisce uniformante. A questo punto, mi chiederete voi, ma è coprente? No, non lo è ,o almeno, è una coprenza minima, altrimenti avrei potuto farvi uno swatch. È un prodotto che una steso è quasi invisibile. Uniforma la pelle del viso in modo quasi impercettibile ed è per questo che mi piace usarla in estate. Col caldo non tollero prodotti come creme o simili, quindi abolisco il fondotinta e mi limito a fissare con la cipria il correttore. Questo mi è possibile anche perché non ho gran problemi alla pelle. Di questo tipo di utilizzo adoro in particolare il senso di freschezza che mi lascia. Io sono una che tende a sudare, anche il viso se fa molto molto caldo, e quando indosso questo prodotto è come se non mi succedesse: tutto resta al suo posto e io non mi sento sudata.

Insomma, tutto sommato è un ottimo prodotto, ma vi giuro che non vedo l’ora di finirlo! Un po’ perché ho sbirciato l’inci e ho preso paura (se lo trovo modifico il post), e un po’ perché lo uso veramente da tanto e vorrei provare qualcos’altro.

E voi avete mai provato questo prodotto? Cosa ne pensate?

sabato 25 maggio 2013

Muffin yogurt e fragole



Voglio caldo, voglio estate, voglio abbuffarmi di frutta e panna cotta! Giuro che se continua così mi trasferisco ad Honolulu! Ma lasciamo perdere il tempaccio che c’è fuori e parliamo di una ricettina quasi estiva. Ho preso ispirazione da questa ricetta, ma poi l’ho modificata per renderla più leggera e grazie al cielo non ho fatto nessunissimo pasticcio! Partiamo subito!

Ingredienti:
260 g di farina
120 g di zucchero
100 g di burro
2 uova
200 ml di yogurt bianco
Fragole q. b.
1 bustina di vanillina
2 cucchiaini di lievito

Prendete due ciotole e mescolate in una gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito e vanillina) e nell’altra gli ingredienti liquidi (il burro sciolto, le uova e lo yogurt). Dopo aver mescolato questi due elementi individualmente uniteli mescolate ancora.

Una volta terminato, l’impasto è il più bello che abbia mai visto: è chiaro, soffice e spumoso! A questo punto aggiungete le fragole tagliate a pezzi. Io prima di aggiungerle le ho lasciate macerare tutta una notte, ho approfittato per fare un po’ di macedonia insomma. Così facendo perdono un po’ di liquidi e non rischiano di compromettere i dolci. Aggiungete tutte le fragole che volete, non ho dato una quantità perché secondo me è una cosa che va a gusto personale.

A questo punto avete finito, disponete il vostro impasto nei pirottini ed infornate a 200° per 20 minuti (ma tenete conto che il mio forno funziona male).
Questi dolcetti mi piacciono un sacco, si possono usar
e i frutti di stagione secondo me, ed è un’ottima idea per far mangiare la frutta ai bambini che non ne vogliono sapere.
Se li provate fatemi sapere come vi vengono :)

giovedì 23 maggio 2013

Essence colour and go n° 147, miss universe



È successo un miracolo! La settimana scorsa (circa) sono andata all’OVS, ho dato un occhio all’angolo essence… e c’erano cosa nuove! Del nuovo rifornimento addirittura!! C’erano le bb cream, delle ciprie compatte (di cui avevo un disperato bisogno!), un sacco di matite e mascara e degli smalti. Smalti, diciamo che c’erano tutte le tonalità dal giallo al verde acido presenti nella linea, ma almeno è un inizio. L’unico colore interessante era quello che vi sto per mostrare, il n°147, miss universe.
 
È un colore molto particolare (e impossibile da fotografare!), credo che sia della famiglia dei verde petrolio. Strano che io abbia per le mani un colore del genere vero? Ha una bella base scura color blu-verde tempestata di microglitter verde smeraldo. È veramente carino!

Grazie al (meraviglioso) pennellino la stesura è semplicissima ed il prodotto si asciuga piuttosto velocemente. Quest’ultima in particolare è una grandissima cosa, visto che occorrono due passate di smalto per ottenere il colore che vedete in foto.

Adoro i colori particolari degli smalti essence, sono molto originali secondo me, senza parlare del prezzo bassissimo. Spero solo di riuscire a trovare anche dei colori più portabili!

E voi cosa ne pensate della gamma essence? E questo smalto l’avevate già adocchiato?

martedì 21 maggio 2013

Essence Long Lasting eye pencil n°01 black fever



Finalmente il sole si è fatto vedere e finalmente ho trovato il tempo per fare degli swatch decenti! Prima non ci incrociavamo mai! Ma oggi ce l’ho fatta e posso finalmente parlarvi della matita Long Lasting di essence, più precisamente la 01, black fever.

Partiamo dal presupposto che a me le matite automatiche non piacciono. Preferisco quelle a legno perché posso temperarle e avere sempre la punta dello spessore che voglio io. Questa è una matita molto molto morbida, quindi si consuma velocemente, penso di aver avuto l’onore di usarla da affilata solo una volta. Per me che sono impedita questo è un po’ un problema, ma fortunatamente, in quanto matita nera, faccio solo una linea sottile sulla linea infracigliare (perché si dice cos’, vero?) e poco sopra. Non mi piacciono le grosse righe nere in stile emo, la metto solo per delineare lo sguardo. Per ottenere questo risultato ho un metodo di applicazione tutto mio (e forse è meglio che resti tale :S) ed il fatto che la punta della matita sia praticamente piatta non mi disturba più tanto, anzi, forse mi agevola un pochino. Ovviamente ogni tanto appoggio male la mina e faccio un macello, ma la cosa è dovuta al fatto che sono un’impedita.

Comunque, applicato così, dura parecchio sia con che senza primer. Il colore è un nero abbastanza intenso e quando si fissa alla palpebra è quasi impossibile che si muova. Dopo tante ore , più di sei all’incirca, si vedesi vede che il colore perde di intensità, a quel punto non fa lo stesso effetto che fa appena applicata, però è una matita che costa sui 3 euro, quindi direi che ci si può accontentare.

Ogni tanto ne applico un po’ anche sulla rima inferiore esterna dell’occhio e neanche lì mi ha mai dato problemi. Io sono una dalla lacrima facile, non nel senso che piango spesso, ma nel senso che se per esempio guardo il sole, mi vengono gli occhioni lucidi, e mi succede anche per altre mille cose. Ho sempre avuto problemoni con le matite per questo motivo, ma questo prodotto non mi ha mai dato problemi di sbavature sinceramente, anche se devo dire che lì mi dura meno tempo.

L’ho provata anche nella rima interna, giusto per farmi un’idea. Io solitamente non metto mai la matita nera all’interno dell’occhio perché mi fa lo sguardo da cattiva della Marvel. È una cosa abbastanza inquietante, e mi accontento della mia fama da cattiva Disney. Comunque da quel che ho visto mi ha fatto una buona impressione anche per quello, prima di tutto perché scrive bene. Rilascia un colore abbastanza intenso, non il grigio-topo-bagnato di tante altre matite nere. Anche la durata mi è sembrata buona. Con i suddetti problemi di lacrimazione solitamente le matite scompaiono alla velocità della luce, questa invece ha resistito per un po’. Mi dispiace non sapervi dire quanto di preciso, ma comunque un tempo che mi è sembrato accettabile.

E questo è tutto. Credo che una matita nera sia indispensabile per chiunque si trucchi e questa è in assoluto la mia preferita del periodo. Se ne trovassi una a legno con lo stesso prezzo e la stessa qualità non me la farei sicuramente scappare!

E voi avete mai provato una Long Lasting di essence? Come vi ci siete trovati?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.