Google+

domenica 31 marzo 2013

Torta di mele Alfea…

Perché, di chiamarla torta di mele della nonna, sono capaci tutti, quindi bisogna essere più specifici. Questa torta è storica, perché ogni volta che mia nonna (Alfea appunto) faceva un dolce era sempre la crostata con la marmellata di albicocche. Buonissima lei, ma hai presente dopo vent’anni che stufa? Ormai ho la fobia delle crostate. Ne ho mangiata toppa da piccola. Da pochi mesi a questa parte però è arrivato questo dolce. Non chiedetemi cosa abbia interrotto anni ed anni di tirannia delle crostate perché non lo so. Dopo il primo tentativo, ne è venuto fuori un dolce buonissimo, e io le ho rubato la ricetta (perché con le torte di mele sono una pippa).

Ingredienti:
200g di zucchero
180g di olio
250g di farina
3 uova
1 bustina di vanillina
Mezza bustina di lievito
2 mele

Per prima cosa dovete montare più che potete le uova con lo zucchero. Dico più che potete perché non diventerà proprio un composto chiaro e spumoso, ma è sempre bene lavorare gli ingredienti. Poi aggiungete l’olio, la vanillina, il lievito e la farina. Magari non tutti insieme, io ne metto uno alla volta e ognuno lo mescolo (ma io ho l’ansia di amalgamare male, quindi non faccio più di tanto testo).

A questo punto restano solo le mele. Iniziamo con la prima, pelatela, grattuggiatela e aggiungetela all’impasto (trucco dell’altra nonna per mantenere il dolci morbidi a lungo). Non mettete subito il composto finale nella teglia, aspettate, così prima potete dargli una mescolata, altrimenti le mele si depositano nel fondo. Lasciate tutto nella terrina e prendete l’altra mela e pelatela. Questa va fatta a fettine sottili sottili per decorare il sopra della torta, quindi all’ultimo momento mettete la carta forno sulla teglia, mescolate, versate il composto, decoratela e infilatela in forno.

La cottura di questo dolce per me è un dramma. Mia nonna ha detto che basta mezz’ora a 180°, anzi, riesce pure a bruciare un po’ il fondo. In questo modo a me il dolce resta liquido dentro. È odioso quando fa così! Quindi non vi dico come cucinarla, vedetevela con il vostro forno e preghiamo tutti affinché i forni di tutto il mondo cucinino allo stesso modo, e non come gira a loro.
E anche per oggi è tutto, adesso via di corsa a preparare il pranzo.

Buona Pasqua a tutti :)

2 commenti:

  1. ahahahahah immagino anni di crostate! bella la torta, anch'io ne faccio una simile ma uso 300 gr di farina 250 di zucchero e 3/4 di bicchiere di latte e di olio :)

    RispondiElimina
  2. credo che in circolazione ci siano più ricette di torte di mele che persone XD

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.