Google+

giovedì 7 marzo 2013

Kiko mirror nail lacquer n°622



Quando qualcosa ti fa gola non puoi fare a meno di provarla subito. Ed è ancora peggio quando questa cosa è appoggiata sulla scrivania e ti guarda. “Dai, provami!” ti dice. Le cose a questo punto sono due: o sono una pazza psicolabile o devo far spazio nel cassettone degli smalti e mettere in ordine. Optiamo per la seconda ipotesi, lontano dagli occhi, lontano dal cuore.

Detto questo, oggi vi mostro e vi parlo di uno degli smalti di Kiko dell’edizione limitata mirror, più precisamente il numero 622.

Diciamo subito che quest’effetto non è una novità. I mirror li aveva già proposti Layla tempo fa e anche Pupa era uscita con una collezione simile definendo però l’effetto come cromato se non ricordo male. Non avevo mai provato questi smalti perché a mia madre non piace l’effetto (quindi non ci sono state grandi mobilitazioni)  e neanche a me faceva impazzire sinceramente. Mi incuriosiva ma non abbastanza da provarlo. I Layla poi li ho scartati a prescindere. Un loro smalto costa sui 7 euro, capisco se mi fosse piaciuto l’effetto, ma visto che non mi convinceva ho preferito evitare. Ho evitato anche quelli di Pupa perché vedendo gli swatch non mi sembrava che la qualità fosse chissà che alta. Spesso vedevo strisciate, il colore non esattamente uniforme… Non mi invitavano. Da poco sono usciti quelli di Kiko e subito dopo uno sconto del 20%. Le congiunzioni astrali mi davano il via libera per provare un mirror e ho preso il signorino che vi presento oggi.
 
Diciamo subito che non è un buon smalto. Lascia le strisciate, non si stende uniformemente e guai a fare una passata “abbondante” (si sposta, si toglie, si ammucchia, fa di tutto!). Un po’ come vedevo negli swatch dei Pupa. Questa similarità sinceramente mi fa pensare che non sia un problema delle singole aziende che hanno formulato male i prodotti, perché i difetti sono gli stessi. Forse è l’effetto specchio che comporta i difetti sopra elencati. Preferisco non incolpare nessuno e pensarla così, mi sembra una teoria piuttosto attendibile. 

A parte questi difetti posso dire che si asciuga molto, molto velocemente. Da questo punto di vista l’ho trovato molto pratico.

Il colore è molto bello e particolare, è una specie di grigio-lilla molto metallizzato. Mi piace soprattutto molto come cambia il colore a seconda delle luci. Ci sono momenti in cui è spento e fa un po’ l’effetto morto, e momenti in cui è più luminoso. Ieri sera l’ho guardato mentre facevo la doccia e sembrava addirittura fluo! Insomma, è un sacco particolare!

Questo è quanto. Non so sinceramente se consigliarvelo o meno visti i difetti che vi ho elencato all’inizio. Secondo me vi conviene valutare considerando quanto vi piace l’effetto, oppure aspettare che vadano in saldo.

Fatemi sapere cosa scegliete di fare, ed eventualmente come vi ci trovate , mi raccomando :)

2 commenti:

  1. Mi ricorda molto uno smalto che avevo trovato al 99cent, che poi credo anche di aver regalato perché odio questo tipo di effetto ^^;

    RispondiElimina
  2. A me non fa impazzire, ma non è malaccio... è particolare!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.