Google+

mercoledì 30 gennaio 2013

Lipgloss in omaggio da Bottega Verde



Spessissimo mi capita di richiedere campioncini gratuiti a varie aziende, o di partecipare a campagne che inviano prodotti per farli testare da diverse persone. Quindi è per esperienza, non per pessimismo, che vi assicuro che il 90% delle volte non arriva niente o non vengo scelta. Io ormai mando le richieste e me ne dimentico perché so che molto probabilmente non riceverò risposte. Praticamente come quando mando un curriculum. Anzi, è più facile che mi arrivi un campioncino.

Questa forma di amnesia ha di bello che quando ricevo qualcosa sono molto più contenta. Quindi oggi si parla della soddisfazione del giorno ovvero del gloss che Bottega Verde mi ha inviato a seguito della mia iscrizione al sito. Non chiedetemi quando l’ho richiesto, perché vi giuro che non ne ho la più pallida idea, ma vedo che sul sito vengono proposte spessissimo queste iniziative con prodotti sempre diversi ma quasi sempre riguardanti il make up. Insomma, stay tuned, e avrete anche voi la possibilità di ricevere qualche omaggio, magari riporterò la notizia anche qui sul blog.

Ed ecco a voi quello che mi è arrivato:

Come vedete il prodotto è accompagnato da una lettera che spiega brevemente le qualità e i pregi dell’azienda. Una cosa che apprezzo moltissimo è il fatto che indichino anche un breve questionario da svolgere, in cui chiedono informazioni sul prodotto e personali (la fascia d’età, come abbiamo scoperto il marchio…). Mi piace questa forma di interesse, la apprezzo veramente molto.

Il gloss contiene vitamina E, olio di jojoba ed estratto di Aloe ed è un trasparente rosato con un sacco di micro glitter all’interno (troppi per i miei gusti). Promette abbastanza bene insomma. Lo proverò e vi dirò cosa ne penso, e se non piacerà a me ho già capito che piace un sacco a mia madre, quindi non andrà sicuramente sprecato :).

E voi? Avete mai ricevuto uno di questi prodotti omaggio? Se si, quali?  

martedì 29 gennaio 2013

Bottega verde: scrub mask all’albicocca



Avete presente quel momento, durante un’influenza particolarmente tosta, in cui prendere o non prendere farmaci ormai non vi cambia minimamente lo stato di salute? Ecco io sono esattamente in quelle condizioni, quindi non siate severi con me e state coperti e al caldo.

Oggi vi parlo del mio scrub viso ufficiale (per ora…) ovvero della scrub mask all’albicocca di Bottega Verde. Un piccolo appunto su questo negozio: mai comprare a prezzo pieno. Veramente, non ne vale la pena, io ho tessera fedeltà e ricevo montagne di coupon. Molto convenienti anche, ma raramente li uso perché ne ho veramente un sacco. Questo prodotto l’ho comprato con tipo il 75% di sconto se non ricordo male.

L’ho preso perché mi serviva? Sì, io sono una fan sfegatata degli scrub. Ho comprato questo in particolare solo perché era scontatissimo? Assolutamente sì! Era tipo a 4 euro e l’inci non era malaccio, visto che mi serviva ho approfittato. Come ti aspettavi che fosse? Una ciofeca megagalattica!
Non mi fidavo molto di questo prodotto inizialmente, non mi ispirava proprio fiducia. E invece mi sbagliavo perché è uno scrub assolutamente fantastico! La consistenza è quella di una crema con all’interno tante capsuline di diverse dimensioni. Non vi so dire se sia aggressivo o meno. Su di me lo è perché sono io che ci metto aggressività nel farlo, ma credo che sia una cosa che cambia a seconda di come lo si fa, o almeno lo spero per voi.
 
Solitamente applico poco prodotto sul viso e massaggio finchè la base cremosa non si è assorbita quasi del tutto. Quando smetto sono ancora un po’ “untina” di crema. A quel punto di solito faccio la doccia e così risciacquo con cura i residui, ma non lavo via tutto subito. Preferisco lasciare agire il prodotto ancora per un po’. Più o meno come una maschera.

Dopo quest’operazione la mia pelle è così morbida che per un po’ mi accarezzo le guance senza rendermene conto! Adoro questo prodotto al punto che ormai quando penso ad uno scrub lo immagino con le stesse caratteristiche di questo. L’unico appunto che potrei fare è sull’odore. Ma sto proprio cercando il pelo nell’uovo. Inizialmente si sente un’insistente profumo di chewing gum ma man mano che si massaggia il prodotto tende a svanire.

Anche voi, come me, avete un prodotto che amate fino al punto di idealizzarlo? Quale?

lunedì 28 gennaio 2013

Essence colour and go n°133, oh my glitter



Maledetta la volta, poche settimane fa, che ho detto che ero contenta di non essermi ancora ammalata. Ora il raffreddore non mi lascia più, si è affezionato proprio. Ma cambiamo immediatamente argomento e parliamo di cose più frivole e colorate.

Oggi vi parlo di uno smalto essence, fratello del famigerato I’m the boss di cui vi ho parlato poco tempo fa. Anche questo, pur essendo nella limited edition New in town, è poi entrato a far parte della linea permanente, quindi con un po’ di fortuna lo dovreste trovare in giro. Un po’ tanta di fortuna, conoscendo il marchio.

Mi sembra giusto parlarvi dello smalto senza dirvi precisamente qual è! Eh, io ve l’ho detto che sto poco bene… abbiate pietà di me, e copritevi bene o vi ammalate pure voi. La vittima del giorno è il colour and go numero 133, oh my glitter! 

Mi dispiace dirlo ma mi ha un pochino delusa. Mi aspettavo che fosse come I’m the boss cioè coprente, veloce ad asciugarsi… In realtà ha una qualità leggermente inferiore secondo me. Quello che vedete nello swatch è frutto di due passate, quindi scordatevi il colore pieno al primo colpo. L’asciugatura è abbastanza buona nel complesso, c’è di peggio diciamo. In ogni caso parliamo di uno smalto che costa sui due euro. A questo prezzo secondo me gli si può perdonare quasi tutto.

Il colore è molto bello e particolare. È un viola abbastanza chiaro con all’interno dei sottilissimi glitter fuxia. Questi ultimi danno moltissima luce al colore predominante. Senza di essi non sembrerebbe spento, ma trovo che questo dettaglio conferisca al risultato finale un tocco di originalità.

Insomma, alla fine dei conti questo smalto è buono per il prezzo che ha, e credo che possa venire apprezzato in particolar modo dalle amanti del viola.

E voi? L’avete già provato?

domenica 27 gennaio 2013

Shampoo Pantene ricci perfetti 2in1 (shampoo+balsamo)



Anche oggi parliamo di capelli, anche quello di oggi è un prodotto che ho appena finito e non ho fotografato neanche questo, perché stando in doccia, il flacone si è rovinato. Questo in particolare è stato il mio shampoo fisso per moltissimi anni. Ultimamente cerco di usare prodotti più delicati e con un inci migliore, ma, in ogni caso, a lui non rinuncio. Sto parlando dello shampoo Pantene della linea ricci perfetti, più particolarmente nella formulazione shampoo+balsamo, perché così posso usarlo quando sono di fretta. 

Premetto che i miei capelli sono spiriti liberi, nel senso che ogni capello fa quello che vuole. È un casino insomma. Difficilmente hanno tutti la stessa forma, al massimo succede quando li ho appena lavati e ovviamente questo miracoloso effetto dura ben poco.

Questo shampoo mi piace perché lava bene i capelli, in poco tempo e con poco prodotto. Dubito che sia il migliore che sia mai stato formulato, ma non ho niente di cui lamentarmi quando si parla di lui. Forse potrei menzionare l’inci non esattamente roseo, però diciamoci la verità, spesso (purtroppo) per avere certi risultati occorrono prodotti chimici. E in ogni caso lo uso raramente, quindi per me il problema non si pone affatto.

Dopo averlo usato i miei capelli (per ben poco tempo, purtroppo!) sono belli lucidi, e hanno una bella forma. Soprattutto hanno UNA forma, e non mille. A seconda della giornata sono o a boccoli, o ricci, o ondulati. Ma una cosa alla volta. Questo risultato per me è come la piega del parrucchiere per una persona normale. 

Ho già detto che lo uso quando vado di fretta perché lo shampoo di per sé è buono. Ma io uso lo shampoo+balsamo, che è ancora più veloce da usare! Se ho meno di mezz’ora per prepararmi, e devo lavarmi anche la chioma, poco ma sicuro che il tempo per mettere anche il balsamo non ce l’ho. Qui mi viene in aiuto questo prodotto. Il balsamo contenuto nello shampoo non districa proprio bene i miei capelli. Se dovessi dargli un voto sarebbe appena sufficiente. Però, contemporaneamente, se non metto niente, la prima volta che mi devo pettinare mi ci vuole la spazzola del cane. Tanto vale accontentarsi insomma.

Quindi, in poche parole, questo prodotto contiene un ottimo shampoo ed un balsamo un po’ mediocre, ma nonostante questo punto a sfavore, è comunque un prodotto che considero indispensabile per certe occasioni. Se so che l’ho finito mi viene l’ansia, perché potrei averne bisogno in ogni momento e se non ce l’ho mi si scombussolano tutti i tempi. È una delle mie coperte di Linus praticamente.

Quasi dimenticavo! Di recente hanno anche aggiunto una profumazione molto piacevole al prodotto. Credo che fosse l’unica cosa che gli mancava.

E voi? Avete dei prodotti “salva occasione”, senza i quali non potete fare a meno?

giovedì 24 gennaio 2013

Balsamo Garnier Ultra Dolce all’estratto di camomilla e miele



Emergo dalla confusione dell’influenza per parlarvi di un prodotto che ho appena finito. Non l’ho fotografato, perché, dopo mesi di permanenza in doccia, il flacone è assolutamente impresentabile.

Il prodotto di cui vi parlo oggi è il balsamo Garnier della linea Ultra Dolce all’estratto di camomilla e miele. L’ho preso quest’estate perché mi sembrava che avesse un buon inci, in realtà ho preso un granchio perché mi sono confusa con quello alle more, ma ormai l’avevo preso e tanto valeva usarlo.

Premetto che io, da un balsamo, pretendo la luna. Io ho i capelli ricci o molto mossi (dipende da come gli gira) e non posso pettinarli. Un po’ è perché spazzolarli è un incubo, ma il problema è soprattutto un altro. Io ho una quantità esagerata di capelli e se li districo fanno un volume pazzesco. Io pettinata sembro un leone. Spettinata sembro spettinata, ma è il minore dei mali ve lo garantisco. Detto questo, voi capite che io ho bisogno di avere i capelli che si annodano il meno possibile.

Riesce questo balsamo in questa titanica impresa? No. O meglio, in parte. Io per qualsiasi cosa tendo ad usare poco prodotto, e anche con i balsami. Stendendo e risciacquando la mia quantità di prodotto ideale non sento i capelli abbastanza districati. Ho un risultato soddisfacente se ripeto l’operazione però farlo due volte un po’ mi scoccia, un po’ perché l’inci è tremendo (contiene anche siliconi!) e un po’ perché è uno spreco di prodotto.

Insomma, su di me non lo vedo come un prodotto efficace, però, come ho premesso, ho anche delle esigenze particolari e che non sono da tutti. Magari qualcuno con dei capelli meno problematici (e che magari ha l’abitudine di pettinarsi la mattina) lo vede come un buon prodotto, ma per me non lo è e penso che non lo ricomprerò.

E voi? Avete mai provato questo balsamo?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Copyright (c) 2010 una casa su un albero. Design by WPThemes Expert
Themes By Buy My Themes And Cheap Conveyancing.